212 medaglie per Meta Magazine alle Olimpiadi di Rio 2016

0
921
rio2016
Rio 2016
rio2016
Rio 2016

Per noi che leggiamo la Gazzetta dello Sport alla rovescia le Olimpiadi rappresentano quindici giorni di gloria ogni quattro anni. Prime pagine dedicate al ciclismo, pallavolo, basket, nuoto, atletica, tuffi…. Una scorpacciata di sport minori da sentirsi male. Quasi viene la tentazione di pensare che lo sport come cultura possa essere diventato un modello applicabile anche all’Italia. Ma è solo un’illusione passeggera. Già da ieri mattina il calcio con i suoi attori plurimilionari e viziati ha spodestato gli sport minori dalle prime pagine. Ed allora spazio a Higuain, che è stato pagato esattamente la stessa cifra che il governo ha stanziato per la ricerca in Italia. E chi se ne importa della storia romantica di Chamizo, cubano di nascita, italiano per amore che vince una medaglia storica nella lotta quando possiamo passare intere mattinate a discutere del flop dell’Inter o dell’inatteso pareggio del Napoli. Capite perché alla malinconia che segue la fine di ogni grande evento come le Olimpiadi si aggiunge la triste consapevolezza che ci aspettano quattro lunghi anni in cui lo sport non avrà nulla a che fare con la cultura ma sarà solo business? Non resta che concentrarsi sulla Vuelta di Spagna (vincerà Chaves!).

Per quanto riguarda il vostro pronosticatore, è stato un piacere accompagnare i lettori di Meta Magazine ogni giorno per due settimane con i risultati delle sue scommesse e con le emozioni che le giornate olimpiche gli hanno suscitato. I pronostici, appunto. Quando, il giorno prima dell’inizio delle Olimpiadi ho consegnato la lista delle 250 gare con accanto la nazione che pronosticavo vincitrice, l’Editore vaticinò che ne avrei azzeccati al massimo una decina. Caro editore, ho centrato 122 pronostici!!! In 55 casi, poi, la nazione che avevo pronosticato vincitrice è arrivata seconda ed in altri 35 si è classificata terza. Insomma 122 ori, 55 argenti, 35 bronzi per un totale di 212 medaglie (su 250 eventi!).  Sperando di aver onorato la rubrica, Ti ringrazio per lo spazio che mi hai voluto concedere ed a tutti i lettori do appuntamento …. a Tokyo 2020!

Print Friendly, PDF & Email