A Frascati Luca Podelmengo presenta “I pregiudizi di Dio”

0
985
apericenapodelmengo
Apericena con l'autore Luca Podelmengo venerdì 19 maggio a Frascati
apericenapodelmengo
Apericena con l’autore Luca Podelmengo venerdì 19 maggio a Frascati

L’associazione culturale Ettore Apollonj giovedì 19 maggio alle ore 19 organizza a Frascati un “Apericena con l’Autore” in collaborazione con il Ristorante Enoteca Bistrot Zaffo di Via Bixio n.2. L’evento è patrocinato dal Comune di Frascati, con il pieno appoggio del consigliere comunale delegato alla Cultura del Comune di Frascati dottoressa Francesca Neroni. Livia Frigiotti, che modererà l’incontro con l’autore Luca Podelmengo, ci racconta qualcosa di “I pregiudizi di Dio”, il secondo romanzo dello scrittore romano: “Il nuovo romanzo di Luca Poldelmengo stavolta ci porta un po’ fuori dai confini di Roma L’omicidio di una donna tra i boschi della Valle dell’Aniene apre una serie di scenari controversi. Poldelmengo attinge dalla realtà quotidiana la sua storia. Scrive come sa fare, sempre con un ritmo serrato da sceneggiatura (qualcosa di veramente suo!). Lettura semplice, veloce; ed è la rapidità di scena a caratterizzare questa chicca del panorama sabot/Age, la collana di E/O gestita e voluta da Massimo Carlotta e Colomba Rossi. E’ al suo secondo romanzo, dopo “Nel posto sbagliato” torna a scrivere ma non il seguito del primo romanzo Sabot/Age. Temi attuali, femminicidio, errore giudiziario, pregiudizio appunto. Ma poi c’è la vita quotidiana dei tre protagonisti costellata dalla loro storia personale. Un romanzo da leggere per chi è appassionato del Noir di impatto.” La biografia dell’autore: Luca Poldelmengo è nato a Roma nel 1973. Alla sua attività di sceneggiatore dal 2009 affianca quella di scrittore, esordendo con il noir Odia il prossimo tuo(Kowalski), tradotto anche in Francia, finalista al premio Azzeccagarbugli e vincitore del premio Crovi come migliore opera prima. Nel 2012 pubblica L’uomo nero (Piemme), finalista al premio Scerbanenco. Nel 2014 pubblica “Nel posto sbagliato” per le Edizioni E/O, anch’esso finalista al Premio Scerbanenco.

Print Friendly, PDF & Email