A Nemi il progetto Charmed

0
344
lagonemi
Lago di Nemi
lagonemi
Lago di Nemi

Venerdì 3 febbraio è stato presentato presso la locanda specchio di diana il progetto approvato dalla commissione europea del finanziamento per lo studio della qualità della vita  degli abitanti e turisti di Nemi 

La Commissione europea ha recentemente annunciato l’assegnazione di 2.5 milioni di euro ad un progetto europeo inserito nell’ambito del programma Horizon 2020 Marie Skłodowska-Curie RISE Ricerca e Innovazione. Il progetto è stato presentato da un consorzio europeo di piccole imprese e università, che collaboreranno insieme alla realizzazione del progetto stesso. Il progetto sarà incentrato sul comune di Nemi, una cittadina situata a 30 Km a sud di Roma, che, come molte altre città italiane, si trova vicino al mare Mediterraneo, possiede un importante patrimonio culturale e la sua longeva popolazione ha uno stile di vita unico e una ottima qualità della vita. Per questo motivo Nemi è stata scelta come modello per la realizzazione “di una comunità verde di nuova concezione”, dove ricreazione, benessere e salute della popolazione vengono promossi, valutandone l’impatto ecologico, economico e sociale. Lo sviluppo di piccole comunità verdi, in genere località minori e lontane dai flussi turistici principali, può essere promosso con l’obiettivo di sviluppare “un turismo della salute” che coinvolga sia la popolazione locale, sia i turisti, in particolare quelli in età pensionabile. L’obiettivo è fornire un modello di auto-sostenibilità socio-economica, dove un sano invecchiamento può essere promosso in sinergia con le attività locali. Nemi godrà della possibilità di sviluppare attività quali l’orticoltura sociale e terapeutica, programmi di sensibilizzazione culturale, escursioni a piedi, mangiare sano, miglioramenti urbanistici, attività basate su salute e trasporto verde, ed il tutto costituirà la base per una concreta innovazione socio-economica. In questo progetto saranno riunite le competenze scientifiche e socio-economiche di università e piccole imprese di Italia, Regno Unito, Danimarca, Polonia, Slovacchia, Germania e Paesi Bassi, con l’obiettivo di creare un’infrastruttura socio-economica alternativa per lo sviluppo di un turismo basato sul miglioramento del benessere fisico e psicologico per i residenti e i visitatori di Nemi. Per questo progetto verranno utilizzati nuovi strumenti di analisi scientifica e socio-economica, volti a valutare la qualità della vita e il benessere personale. L’impiego di metodi scientifici innovativi quali immunologia e analisi di campioni ematici della popolazione, analisi di suolo, aria, acqua e di prodotti alimentari tipici costituiranno lo strumento per una reale valutazione della salute e del benessere. Gli specialisti in salute e orticultura saranno addestrati per stimolare l’economia locale e l’occupazione all’interno della Comunità, e delle azioni intraprese verrà valutato l’impatto economico complessivo, mediante il calcolo costo-beneficio per la salute. “Sono felice – dichiara il Sindaco di Nemi Alberto Bertucci che il nostro comune è stato scelto in questo progetto che vedrà coinvolte anche diverse università Europee, molti cittadini del Comune e i turisti che sempre più scelgono questo comune  per le loro vacanza e spesso come meta di vita. L’obiettivo generale – conclude Bertucci – è quello di dimostrare i miglioramenti misurabili in materia di salute, benessere e recupero, che potrebbero essere correlati alla geologia ambientale di Nemi”.

Print Friendly