A Nemi nel fine settimana La Fragolina d’Oro e Diana Nemorensis

0
1118
premio_fragolina_doro
Premio La Fragolina d'Oro a Nemi
premio_fragolina_doro
Premio La Fragolina d’Oro a Nemi

“LA FRAGOLINA D’ORO”  PRIMA EDIZIONE

Rassegna d’Arte Contemporanea

Catalogo: a cura di Artinarte

Luogo: Palazzo Ruspoli di Nemi (RM)

Inaugurazione: 29 maggio 2016, ore 10,00

Durata: dal 29 maggio al 26 giugno 2016

Chiusura e premiazione: 26 giugno 2016 ore 11,30

Apertura: tutti i venerdì, 16,30 – 19,30, sabati e domeniche, 11,00 – 13,30 / 16,30 – 19,30

Tutta la giornata durante la Sagra delle Fragole

Il premio “La Fragolina d’Oro” Prima Edizione, è proposto dall’Amministrazione del Comune di Nemi (RM) in concomitanza con la Sagra delle Fragole che si festeggia la prima domenica di giugno di ogni anno. L’Associazione Culturale Artinarte cura l’evento che acquisisce l’importanza di un appuntamento annuale.

La giuria è composta dal Critico e Storico dell’arte Giorgio Di Genova, dal Vicesindaco e Assessore alla Cultura di Nemi Edy Palazzi, dall’Artista di chiara fama Maestro Ennio Calabria, dalla Critica e Storica dell’arte Laura Turco Liveri e dal Direttore del Museo Civico di Marino “Umberto Mastroianni” Alessandro Bedetti.

La rassegna si svolgerà nelle sale del Palazzo Ruspoli, si inaugurerà il 29 maggio 2016 e durerà fino alla chiusura del 26 giugno 2016 con la consegna dei premi e dei cataloghi.

Le prime notizie sulla Sagra delle Fragole documentate negli archivi comunali datano al 1922, la tradizione vuole però che sia una ricorrenza secolare. Un’incisione di Bartolomeo Pinelli del 1822 raffigura il trionfo delle fragole alla Rotonda (cioè al Pantheon) testimonia l’esistenza di una festa delle fragole che si teneva a Roma il 13 giugno, e dato che la frutta a Roma arrivava dai Castelli Romani, si può dedurre che le fragole provenissero dai coltivatori di Nemi, che già in epoca medievale costituivano la così detta Massa Nemus fatta di contadini produttori essenzialmente di fragole, vino e frutta.

Il Comune di Nemi è notoriamente conosciuto per le iniziative culturali che intraprende nell’arco dell’anno, mostre d’arte, concerti, presentazioni di libri, varie rassegne con le scuole, festeggiamenti nei periodi di Natale, Pasqua, Carnevale e quanto possa essere gradito ai cittadini e ai turisti che notoriamente la frequentano.

Questo premio vuole esprimere la volontà del Sindaco e degli Assessori di ampliare e coinvolgere gli artisti del Lazio, Toscana, Umbria, Marche, Abruzzo e Molise, proprio per dare rilevanza alle risorse culturali degli artisti vicini a Roma, da sempre uno dei centri internazionali più importanti  nella espressione e nella ricerca artistica.

“Diana Nemorensis”

Sarà la Sala Minerva di Palazzo Ruspoli, a Nemi, ad ospitare sabato 28 maggio alle ore 18, la cerimonia di premiazione della settima edizione del Premio Nazionale di Poesia “Diana Nemorensis”

Saranno presenti, tra gli altri, Il Sindaco Alberto Bertucci e l’Assessore alla cultura  Edy Palazzi.

La Cerimonia si inserisce nell’ambito dei festeggiamenti per la tradizionale”Sagra delle fragole e dei fiori” di Nemi, giunta ormai All’83 edizione

Condurrà l’evento l’attore Mauro  Perugini

Interverranno i membri della Giuria, Il presidente,  Elio Pecora, poeta e saggista di grande fama, Paolo Di Paolo scrittore molto affermato,  la poetessa e scrittrice Letizia Leone e la dottoressa Miriam Emili, giurata e membro dell’associazione AENEAS ONLUS.

I vincitori del Premio verranno premiati da Clarita Ruega, presidente dell’Associazione culturale AENEAS ONLUS.

Come sempre, ci sarà la sezione delle poesie dedicate a Nemi. Questi poeti saranno premiati dal Comune di Nemi

L’iniziativa è patrocinata dalla Regione Lazio e dal Comune di Nemi.

Il Premio nasce nel 2010 grazie all’Associazione ”Aeneas Onlus “. Il nome di questo Premio è dedicato alla Dea Diana, cacciatrice e regina del bosco nemorense: tutta la storia di Nemi, fin dall’inizio, passa attraverso di lei. “Dianae Nemus” è la scritta che circonda il simbolo araldico di Nemi, risalente al periodo rinascimentale e che affonda le sue radici nella cultura, nella tradizione e nella leggenda pre-romana. Il Premio è nato con l’intento di far conoscere Nemi, le sue tradizioni e le sue bellezze, attraverso un concorso, che portasse in questo luogo persone amanti della poesia. La bellezza e la magia di Nemi hanno fin dall’antichità attratto artisti di ogni paese.

La novità di quest’anno è rappresentata dalla pubblicazione di una Antologia delle poesie vincitrici di tutti e sette gli anni,  dal titolo Diana Nemorensis 2016 .

Il volume è realizzato grazie al contributo del Comune di Nemi ed è curato da Clarita Ruega, Miriam Emili, Valerio Valeri e Domenico Autiero,  tutti  dell’Associazione Aeneas Onlus.

“E’ con grande soddisfazione che celebriamo questa settima edizione – afferma l’Assessore alla cultura Edy Palazzi – che ha registrato un numero elevato di partecipanti. Di anno in anno è aumentata la produzione dei poeti e la qualità delle opere è sempre eccellente, e questo – conclude l’assessore – ci rende davvero orgogliosi”.

Print Friendly, PDF & Email