A Pasqua un fiore su ogni tomba, l’iniziativa del consiglio comunale dei giovani di Albano

Un fiore su ogni tomba, l’iniziativa del consiglio comunale dei giovani di Albano. Le dichiarazioni del presidente Gianmarco Gasperini

0
446
consiglio_comunale_giovani_albano
Consiglio Comunale dei Giovani dI Albano

In questo momento di sofferenza per tutti, il Consiglio Comunale dei giovani di Albano Laziale ha avanzato la proposta all’amministrazione comunale di una lodevole iniziativa. È stato infatti proposto, durante il periodo pasquale, all’amministrazione comunale di porgere un fiore sulle tombe del cimitero comunale di Albano. In vista della Santa Pasqua sarebbe un gesto semplice che ci farebbe rimanere vicino ai nostri cari defunti nonostante le difficoltà del momento.

“Tra le tante misure adottate dal nostro Paese per prevenire l’ulteriore diffusione del corona virus c’è anche quella della chiusura dei cimiteri. In questo momento di quarantena, si è usata molto la parola guerra. Solo pochi di noi possono realmente capirne il significato, il restante può solamente darne una propria interpretazione. Noi del Consiglio dei Giovani di Albano non vogliamo fare riferimento alla guerra, bensì al dopo guerra, a tutti i fiori che furono sparsi nei nostri cimiteri in onore delle vittime. Laddove l’amministrazione lo autorizzasse, potrebbe essere posto un fiore per ogni tomba o loculo dal personale di servizio presso il cimitero comunale di Albano durante le feste pasquali. Tale rituale cattolico è solitamente socialmente condiviso, arricchendo le tombe con dei fiori, altro gesto che quest’anno non sarà possibile fare. A chi ora sta guardando in alto verso le stelle, diamo noi la possibilità di ricordare che il mondo non è ancora stanco dei colori che troviamo guardando in basso verso i nostri piedi, lì dove vediamo un fiore.
Si propone all’amministrazione di contattare i vivai e fiorai locali, momentaneamente impossibilitati a svolgere la normale attività commerciale per promuovere un’eventuale collaborazione o nel caso in cui non fosse possibile una collaborazione, istituire una raccolta fondi e trovare una soluzione per portare a termine questo piccolo ma generoso gesto.” ha aggiunto il Presidente del Consiglio dei giovani, Gianmarco Gasperini.

Speriamo che l’amministrazione dia seguito a questa iniziativa portata avanti da dei ragazzi che nonostante il momento di difficoltà cercano comunque di contribuire alla vita del proprio Paese, provando ad alleviarne le sofferenze.

Print Friendly, PDF & Email