A Rocca Priora la rassegna musicale “Note dalla Rocca”

0
749
notedallarocca
Note dalla Rocca
notedallarocca
Note dalla Rocca

Lo scorso weekend si è aperta la rassegna musicale “Note dalla Rocca”, un progetto culturale musicale molto ambizioso patrocinato dal Comune di Rocca Priora e dal Consiglio Regionale del Lazio. La bellissima location di Palazzo Giacchi ha ospitato come primo appuntamento la rassegna corale che ha visto esibirsi tre cori dei Castelli Romani: “Il Canto Necessario” di Monte Porzio Catone accompagnato e magistralmente diretto da Giovanna Marini, una tra le maggiori etnomusicologhe italiane; gli elegantissimi coristi dell’“Ottava Nota” di Rocca di Papa diretti dal maestro Mauro de Angelis e, a chiudere lo spettacolo, una vivace ed entusiasmante esibizione dei padroni di casa, il coro “Vocaliter” diretto dal Maestro Federico Cecchini. “Note dalla Rocca” è un progetto che si articolerà in cinque appuntamenti. Il 2 Giugno, Festa della Repubblica, sarà la volta del “Concerto della Grande Guerra”. “La grande partecipazione che abbiamo registrato per questa rassegna corale, e per tutti gli appuntamenti legati alla cultura, ci fa ben sperare – spiega il Vicesindaco e assessore alle politiche culturali Federica Lavalle. – Essere seguiti da un pubblico numeroso è una grande soddisfazione per chi durante l’anno studia, si prepara e lavora per dare il meglio di sè. Quando ci si esibisce si raccolgono i frutti di un lavoro che si ama, ma spesso anche faticoso e sacrificante. Siamo orgogliosi del grande lavoro fatto dalla Banda Musicale Corbium e dal Coro Vocaliter, che continuano ad offrici momenti di aggregazione sociale e culturale importanti e significativi”. “Aver ospitato una delle maggiori studiose dell’etnomusicologia italiana è stato davvero un onore per Rocca Priora – spiega il Sindaco di Rocca Priora, Damiano Pucci – Giovanna Marini non è solo l’esponente dei canti legati alla quotidianità, ma anche della ricerca dell’armonia nella voce e negli arrangiamenti. Questo progetto, che porterà i musicisti di Rocca Priora a confrontarsi e ad esibirsi con quelli di altre realtà, è una occasione preziosa di arricchimento personale e collettivo”.

Print Friendly, PDF & Email