Abbondati, “approvare Ius Soli prima fine legislatura”

Abbondati capogruppo di Sel Ciampino, "presentato ordine del giorno urgente in consiglio comunale su approvazione Ius Soli"

0
409
gugliemo_abbondati
Guglielmo Abbondati

“Ribadire l’assoluta necessità ed urgenza dell’approvazione della legge sullo “ius soli”, chiedendo ai 28 Senatori eletti nel Lazio di attivarsi affinché la riforma della cittadinanza venga approvata prima dello scioglimento delle camere e al presidente del Consiglio dei Ministri, in caso di difficoltà nell’approvazione del DDL 2092, di porre la questione di fiducia e al Consiglio dei Ministri di autorizzarla”. E’ quanto dispone l’Ordine del Giorno urgente presentato oggi al Comune di Ciampino dal Capogruppo di SEL- Tutta un’altra storia Guglielmo Abbondati. “In queste ore – dice Abbondati – la politica italiana ha dato una pessima immagine di se, svilendo e mortificando, di fatto, la funzione del Parlamento con il voto di fiducia sulla legge elettorale. Perché allora non mettere la fiducia su una legge fondamentale per il riconoscimento della cittadinanza ai figli nati in Italia da genitori lavoratori stranieri regolarmente entrati e residenti in Italia, sulla cui approvazione si moltiplica da giorni l’impegno di esponenti politici, di artisti ed intellettuali nel paese”. “I minori residenti in Italia – dice ancora il Consigliere comunale – sono 1 milione e 100 mila, di cui 800mila iscritti nelle scuole italiane. Circa 500 sono quelli che frequentano le classi delle scuole di Ciampino, il 19,5% dei 2547 stranieri residenti nella nostra città. Non è pensabile continuare a negare la cittadinanza a questi ragazzi, che incontrano difficoltà anche solo per essere tesserati in una squadra dilettantistica di calcio”. “L’Ordine del Giorno urgente che spero sia discusso quanto prima dall’organo consiliare – conclude Abbondati – invita il Sindaco di Ciampino e il Presidente del Consiglio Comunale a trasmettere l’atto, se approvato, al Presidente del Consiglio dei Ministri, On. Paolo Gentiloni, e al Presidente del Senato Sen. Pietro Grasso. Infine attraverso il dispositivo finale s’intende invitare il Sindaco e la Giunta a promuovere momenti di discussione pubblica, in cui i cittadini ciampinesi possano confrontarsi sui temi della cittadinanza e dell’integrazione”.

Print Friendly, PDF & Email