Accesso l’albero dell’Ospedale San Camillo

Roma, l'albero dell'ospedale San Camillo si illumina d'immenso per un natale di solidarietà. La cerimonia dell'accensione si è svolta sabato 14 dicembre

0
267
giocattoli
Giocattoli

Amore, affetto, sorrisi e divertimento. Si è rivelato un grande successo di pubblico e partecipazione la cerimonia per l’accensione del bellissimo albero di Natale, andata in scena nel pomeriggio di sabato 14 dicembre nel piazzale antistante il Padiglione Piastra dell’ospedale San Camillo-Forlanini. Si chiama “Camillo” e il suo allestimento è prevalentemente in colore rosso, per ricordare le donne colpite da violenza di genere.
Un colore “simbolico” voluto dal giudice del tribunale penale di Roma, Valerio de Gioia, autore del libro “Il Codice Rosso” e sempre in prima linea contro la violenza sulle donne. Il grande albero di Natale, applaudito da grandi e piccini col naso all’insù, è stato donato dall’associazione Assotutela del presidente Michel Emi Maritato, in collaborazione con la Global Service Ambiente di Michele Villani. Ad accompagnare il momento dell’accensione delle migliaia di luci che illuminerà per tutte le feste natalizie uno dei maestosi alberi dell’Ospedale, è stato il quartetto di sax della Banda dell’Esercito che hanno eseguito musiche e canti natalizi. A seguire le vicepresidenti di Assotutela Carol Maritato ed Emanuela Maritato insieme a cittadini e volontari ha consegnato regali e sorprese ai piccoli pazienti dei reparti di Pediatria e Chirurgia Pediatrica, accompagnati dal direttore generale Fabrizio d’ Alba. Numerose le presenze autorevoli – tra loro, anche le squadre dell’As Roma Calcio a 8, rappresentata dal Dg Roberta Pedrelli, e della Gamondi Roma Calcio a 8.
Mentre i consiglieri regionali del Lazio Patane e Righini, la consigliera comunale di Roma Rachele Mussolini, il dirigente FdI Federico Rocca sono passati a salutare e pregare insieme
al cappellano dell’ospedale che ha benedetto la piazza gremita. Sottolineano il presidente Michel Emi Maritato e le vicepresidenti Emanuela e Carol Maritato: “E’ stato un giorno dall’altissimo significato simbolico e sociale. Un momento di aggregazione, che dimostra come si può regalare un sorriso con poco: basta solo forza di volontà, solidarietà e collaborazione tra istituzioni. In questo senso ci preme ringraziare tutti coloro che hanno presenziato all’evento, in maniera particolare il Dg del San Camillo Forlanini, Fabrizio D’Alba, sempre disponibile e attento a questo genere di iniziative benefiche. Un grazie anche alla dottoressa Sonia Silvestrini dell’ospedale San Giovanni di Roma
per aver contribuito alla realizzazione dell evento. Il San Camillo rappresenta una eccellenza sanitaria e lo dimostra l’attenzione continua e costante verso i suoi pazienti”. I fratelli Maritato, quindi, continuano: “Un ringraziamento speciale va anche a Mister Ferretti della Gamondi Roma Calcio a 8 e Daniele Schiavon di “Uomini e donne”, che hanno regalato palloni da calcio a piccoli degenti del San Camillo; grazie a Giorgia vittiglio, a Julian Borghesan, alla scuola di danza Art’e’ e all’avvocato Massimo Baldi per aver contribuito alla realizzazione della iniziativa”.

Print Friendly, PDF & Email