Ad Albano Terra Nostra presenta la campagna contro lo stalking bancario

0
650
nobilio
Federica Nobilio
nobilio
Federica Nobilio

Giovedì 20 alle ore 19.00 subito dopo la conferenza stampa alla Camera dei Deputati con Giorgia Meloni, verrà presentata anche ad Albano nella sede di Palazzina Vespignani la campagna di Terra Nostra – Italiani con Giorgia Meloni contro lo stalking bancario. In questa occasione si darà avvio alla raccolta firme da allegare alla proposta di legge appena depositata in parlamento e verrà inaugurato lo sportello del Popolo dei Consumatori a tutela dei cittadini e piccoli risparmiatori di Albano. Federica Nobilio, consigliere comunale e referente nazionale Terra Nostra – Italiani con Giorgia Meloni esprime la sua soddisfazione per l’iniziativa: “Non è possibile morire di debito in Italia. La cronaca ci racconta casi di cittadini, piccoli imprenditori, pensionati, artigiani, operai che si tolgono la vita a causa delle vessazioni subite dalle agenzie di recupero crediti. Bisognava ripensare al debito non solo dalla parte del creditore ma anche da quella del debitore per evitare queste ulteriori morti a causa di uno Stato che tutela solo gli interessi dei poteri forti. Come Terra Nostra non potevamo rimanere in silenzio e abbiamo presentato una proposta i legge per introdurre il reato di stalking bancario. A livello locale inoltre inauguriamo lo sportello del Popolo dei Consumatori che darà assistenza legale ai cittadini. Tante sono le richieste già pervenute per debiti che, nella maggior parte dei casi, possono essere risolti senza arrivare a gesti estremi”. Partecipano alla conferenza stampa, che sarà moderata dalla giornalista Chiara Giannini, anche Mariaelena La Banca responsabile nazionale comunicazione Terra Nostra, l’avv. Pierpaolo Mari responsabile dello sportello dei Castelli Romani, il Presidente del Popolo dei Consumatori, Federico Pennacchioni, Laura Schiavo vedova di Dario Casotto, Roberto Cuccioletta segretario FdI-AN Albano Laziale, e Marco Silvestroni portavoce provinciale Fratelli d’Italia, il quale così si è espresso circa l’iniziativa: “Lavoro, occupazione, immigrazione, fisco e tasse: sono queste alcune delle vere emergenze in Italia di cui il Governo dovrebbe occuparsi. Invece Renzi e il Governo pensano solo alla legge elettorale e a salvare gli interessi delle banche dimenticando i cittadini che non possono essere perseguitati con metodi troppo aggressivi, ma dovrebbero essere messi in condizione di ripagare i loro debiti”

Print Friendly, PDF & Email