Addessi (Ncd-Udc), “bilancio a rischio a Ciampino”

0
829
addessi
Elio Addessi
addessi
Elio Addessi

“Ennesima assurdità al Comune di Ciampino. I consiglieri costretti ad esaminare gli atti dell’assestamento di bilancio senza il fondamentale parere dei revisori dei conti – così in una nota il Capogruppo di Ncd-Udc Elio Addessi. Per il consiglio del 29 luglio erano stati inseriti all’ordine del giorno una serie di adempimenti obbligatori imposti dalla recente Legge di Stabilità che aveva fissato come termine ultimo e perentorio la data del 31 Luglio 2016.  Si tratta dell’assestamento di bilancio, della verifica degli equilibri con l’eventuale salvaguardia, Lo stato di attuazione dei programmi, il monitoraggio del pareggio di bilancio e il Documento Unico di Programmazione 2017/2019. Tutto da approvare insomma entro il 31 Luglio – continua così Addessi nella nota. Un attento esame degli atti pervenuti solo parzialmente ai consiglieri chiamati dai cittadini ad esercitare il delicato compito del controllo.  Infatti, manca ancora il parere fondamentale dei revisori dei conti che,nonostante i lauti compensi e forse impegnato in altri incarichi ben si guardano dal presentare gli atti nei termini non dimostrando responsabilità nei confronti di un ente locale di ben 40.000 abitanti. Infatti a detta dell’Amministrazione di Ciampino, campionessa nel mandare i documenti all’ultimo minuto, magari la sera tardi, la relazione non perverrà al Comune prima di lunedì e forse martedì sarà girata ai consiglieri che mercoledì saranno chiamati a votare o meno in consiglio comunale. Quindi,tante le lacune e tanti i dubbi su un documento fondamentale e ci teniamo a ricordare che il Testo Unico equipara la mancata verifica degli equilibri alla mancata approvazione del bilancio di previsione . E’ recente la notizia della caduta del Comune di Frascati per motivi molto simili – si conclude con queste parole la nota firmata dal capogruppo dell’Ncd-Udc in consiglio comunale a Ciampino”.


Print Friendly, PDF & Email