Adotti interviene sul caso Sts a Frascati

0
822
palazzomarconi
Palazzo Marconi, l'edificio che ospita il Comune di Frascati e alcuni suoi uffici
Palazzo del Comune di Frascati
Palazzo che ospita il Comune di Frascati

“In vista del prossimo Consiglio comunale – dichiara in una nota il capogruppo di Progetto Frascati in consiglio comunale Alessandro Adotti – del 2 Agosto dove si discuterà anche della eventuale costituzione della nuova azienda speciale, reputo importante evidenziare quanto segue. In primo luogo è bene aver chiarezza rispetto alla situazione dell’ STS all’ attualità e sulla sua eventuale liquidazione in concomitanza con l’ eventuale costituzione dell’ azienda speciale. In merito a questa operazione, pur non sfuggendo a nessuno gli impatti sociali collegati, nutriamo alcune perplessità evidenti sia per la genericità degli intendimenti manifestati dall’ Amministrazione, specialmente quanto alle future attività dell’ azienda speciale ed alla convenienza e sostenibilità finanziaria dell’ operazione nel medio e lungo periodo, sia per la sorte dell’ STS che dovrebbe essere posta in liquidazione, anche alla luce del fatto che chi scrive non conosce neppure l’ultimo bilancio approvato dell’ STS medesima. Ci sembra quindi che la complessiva operazione necessiti di ulteriori approfondimenti – continua Adotti – e sul piano della sostenibilità finanziaria e su quello delle modalità collegate alla governance dell’ azienda speciale ed alle prospettive della liquidazione eventuale della vecchia STS ed, ancora, rispetto alle attività della nuova azienda speciale. Nel prossimo Consiglio comunale discuteremo pure della nostra mozione sulla necessità di creare una Commissione di Studio sui residui attivi – tema centrale e per cui il contributo di personalità e professionalità qualificate sarebbe utile – sia in merito all’ interrogazione (sottoscritta – come la mozione di cui si è detto – da me e dal Consigliere Dessì), relativa al preannunciato spostamento di attività dall’ Ospedale S. Sebastiano, questione di cui siamo sorprendentemente venuti a conoscenza solo dopo alcune dichiarazioni di esponenti politici riprese dalla stampa locale e tema invece dirimente rispetto agli interessi della comunità di utenti del Presidio ospedaliero locale, infine, tema su cui personalmente mi attendo spiegazioni dettagliate da parte del Sindaco Spalletta che giustifichino, nella prospettiva degli interessi della nostra comunità, ragioni e termini della scelta annunciata e su cui già manifesto, sul piano politico e per quanto mi compete – conclude la nota – la mia preoccupazione specialmente in assenza di una previa informazione al Consiglio comunale che sarebbe stata a mio avviso necessaria”.

Print Friendly, PDF & Email