Aggiornamenti dall’Asd Frascati, la juniores sfiora il titolo

0
886
juniores_asd_frascati_calcio
Juniores Asd Frascati calcio
juniores_asd_frascati_calcio
Juniores Asd Frascati calcio

GLI ALLIEVI ESULTANO SENZA GIOCARE: IL CIAMPINO FRENA CONTRO IL CAVA DEI SELCI E REGALA IL PRIMO POSTO “VIRTUALE” AI FRASCATANI

Gli Allievi dell’Asd Frascati “vedono” il traguardo dopo l’ultimo weekend di campionato. I ragazzi di Fiorentini non hanno giocato, fermi ai box per il turno di sosta previsto dal calendario, ma è arrivata ugualmente una bellissima notizia, probabilmente inaspettata. Il Città di Ciampino, capolista insieme agli arancioamaranto prima dell’ultimo turno, è stato fermato sullo 0-0 dal Cava dei Selci. Gli aeroportuali sono tornati in testa da soli, ma con una partita in più. Tradotto in soldoni, a Filauri e compagni basterà vincere le prossime due partite per conquistare la vittoria del girone. E le gare in programma sono assolutamente alla portata. Atletico Zagarolo in trasferta l’ostacolo sula carta più difficile, chiusura in casa con la Fortitudo Velletri. Qui, la vera festa è dopo Pasqua. Almeno si spera.

ASD FRASCATI, ALLIEVI A UN PASSO DAL SOGNO DOPO IL SUCCESSO DI ZAGAROLO. UNA VITTORIA DOMENICA CONTRO IL VELLETRI E SARA’ PRIMO POSTO

Eccolo il match point per vincere il campionato. Gli Allievi dell’Asd Frascati escono con i tre punti dalla trasferta di Zagarolo e domenica prossima, al “Mamilio” contro la Fortitudo Velletri, proprio in occasione dell’ultimo turno di campionato, avranno a disposizione 80 minuti per centrare il primo posto. “I ragazzi sono sereni –spiega il coach Davide Fiorentini- non vedo agitazione anche se, come è logico, c’è tanto entusiasmo. Possiamo scrivere una pagina importante nella storia dell’Asd Frascati e non vogliamo lasciarci sfuggire quest’occasione. Sarà importante entrare in campo concentrati, e non pensare di aver di fronte un avversario facile. Dobbiamo tenere a mente che il Ciampino è ancora avanti di un punto (domenica gli aeroportuali riposeranno, ndr) e fino a questo momento non abbiamo ancora fatto nulla”. Intanto, però, quello che sembrava lo scoglio più duro è stato superato in agilità. A Zagarolo ha deciso il match una doppietta di Mazzaferri, subentrato dalla panchina in corso d’opera e risultato poi decisivo ai fini del risultato. “Sono contento soprattutto per lui –continua Fiorentini- quest’anno non ha avuto tanto spazio ma è riuscito ugualmente a mettere in mostra buone qualità. Non era una gara semplice, avevamo due squalifiche pesanti in attacco ma dopo il gol del vantaggio è andato tutto liscio. Adesso manca una sola partita alla fine, quella più importante. Dipende solo ed esclusivamente da noi: andiamoci a prendere questa doppia vittoria”.

– LA JUNIORES DELL’ASD FRASCATI SCHIANTA IL CENTOCELLE E CONQUISTA IL SECONDO POSTO. FIORANELLI: “UN PICCOLO RAMMARICO PER NON ESSERE ARRIVATI UN GRADINO PIU’ IN ALTO. MA SIAMO PRONTI PER LA COPPA ROMA”

Da ieri mattina c’è anche la matematica. La Juniores dell’Asd Frascati chiude il proprio campionato al secondo posto: troppo lontano il Garbatella, avanti di 5 punti a una giornata dal termine, a distanza di sicurezza l’Atletico Morena, avversario domenica al “Mamilio” nel match di chiusura della regular season, staccato di sei lunghezze dai frascatani. Nell’ultimo turno di campionato, i castellani hanno praticamente passeggiato sul campo del Centocelle, superato 5-0 al termine di un match senza storia per la vittoria numero 15 in stagione. E sabato prossimo, al “Mamilio”, Taraborelli e compagni saluteranno i propri tifosi, giocheranno per prendersi il miglior attacco del girone (primato in questo momento condiviso proprio con la capolista con 76 reti all’attivo) ma soprattutto riceveranno i meritatissimi applausi per un’annata straordinaria, conclusa magari senza l’acuto finale ma vissuta sempre sulla cresta dell’onda, non solo sul piano dei risultati. “Ringrazio tutti voi giocatori, nessuno escluso, per aver creduto in questo progetto e per la serietà e l’impegno che avete mostrato in ogni singolo allenamento e partita. Questa stagione non la dimenticherò mai. Un grazie particolare a mister Fioranelli: hai costruito il gruppo più bello e coeso che il Frascati abbia mai avuto”. Questo quanto ha scritto, col cuore, il ds Riccardo Tomei, a cui il mister ha risposto così: “Le tue parole mi fanno enormemente piacere –ha replicato Fioranelli- ma lasciano un velo di tristezza per non essere riuscito a regalare a te e alla Società la vittoria del campionato. Credo di aver avuto a disposizione il gruppo più forte che un allenatore potesse avere per questa categoria, e credo senza il minimo dubbio di aver allenato la squadra che ha espresso il miglior calcio nel girone, ma qualcosa non è andato come doveva”. Chiaro il riferimento alle due partite contro la Totti Soccer, o al leggero calo subito dopo la sosta invernale. Dettagli, a confronto delle tante soddisfazioni e vittorie colte da un gruppo capace di battere 6-2, a domicilio, la capolista Garbatella che fino a quel momento sembrava invincibile. Quello il momento forse più esaltante, ma non l’unico, non l’ultimo. Perché l’avventura della Juniores continuerà nella Coppa Roma. “Anche lì cercheremo di andare avanti il più possibile –conclude Fioranelli- perché vogliamo riprenderci con gli interessi quello che abbiamo lasciato in campionato”.

– ASD FRASCATI, ARRIVA LA PRIMA VITTORIA ESTERNA NEL GIRONE DI RITORNO. TERZO POSTO PRATICAMENTE AL SICURO, SI SPERA ANCORA PER LA PIAZZA D’ONORE

Si è dovuti arrivare alla 12esima giornata per assistere alla prima vittoria in trasferta dell’Asd Frascati nel girone di ritorno. I ragazzi di coach Ferri hanno superato il Montello per 4-3 al termine di un match che ha riservato tantissime emozioni e che gli arancio amaranto si sono aggiudicati proprio sul filo di lana, praticamente in zona recupero. Tre punti importanti, che consentono ai frascatani di mettere al sicuro il terzo posto, e di accorciare le distanze dalla Fortitudo, sempre titolare della piazza d’onore ma con sei lunghezze di vantaggio dopo il ko interno contro il Cori. Resta sempre una “mission impossible”, quella dell’undici castellano, ma nel calcio nulla è scontato. A tre giornate dal termine si può ancora sperare, anche perché la Fortitudo dovrà affrontare le trasferte di Torbellamonaca e Lariano, impegni (almeno sulla carta) non proprio agevoli. Di sicuro Ferrazza e compagni non possono più sbagliare: servono 9 punti da qui alla fine del torneo. Tre vittorie, per chiudere la stagione senza troppi rimpianti. Domenica appuntamento al “Mamilio” contro il Fonte Meravigliosa, squadra che ha poco da chiedere al campionato.

– I GIOVANISSIMI CLASSE ’99 VERSO UN’IMPRESA CHIAMATA SECONDO POSTO

Ci sono stagioni che iniziano bene e finiscono male, altre che partono in sordina e vengono chiuse in crescendo, altre da dimenticare completamente. Ci sono poi quelle stagioni che restano nella memoria, perché magari alla vigilia si pensava a un campionato da onorare e nulla più, e invece a quattro giornate dalla fine bisogna fare i conti con un secondo posto, con un gioco scintillante e con tanta qualità nel collettivo e nei singoli. Quella qualità necessaria per rifilare, come accaduto due domeniche fa, 4 reti alla capolista San Lorenzo. Non una formazione qualunque ma una che, prima di allora, non solo non aveva mai perso, ma non aveva mia dato segni di impotenza. Ci hanno pensato i Giovanissimi ’99 del Frascati a compiere l’impresa, dimostrando di essere uno dei gruppi più promettenti dell’Asd Frascati e solo il futuro prossimo potrà stabilire se, quello di coach Guidoni, sarà il nucleo su cui costruire gli Allievi Regionali di domani. Le premesse, intanto, sono ottime. “Peccato per qualche punto perso qua e là, dovuto alle assenze e agli episodi –spiega il mister- altrimenti a quest’ora avremmo potuto essere a ridosso del primo posto. Ma nello scontro diretto di due settimane fa siamo stati nettamente superiori e non possiamo che esserne orgogliosi”. A 360 minuti dal triplice fischio del campionato, non resta che consolidare la piazza d’onore. “Un obiettivo alla nostra portata –continua Romolo Guidoni- dobbiamo conservare il vantaggio su Cava dei Selci e Pian Due Torri e abbiamo di fronte solo una trasferta difficile, quella di Cecchina. Chiudere al secondo posto sarebbe un risultato eccellente, era difficile prevedere un cammino simile ma col passare delle settimane ci siamo resi conto di avere un grande potenziale a disposizione”. A bocce ferme, sarà poi la società a fare la mossa successiva, anche se quello dei ’99 è un patrimonio che non può in alcun modo andare disperso. “Su questa squadra si potrebbe mettere in piedi un progetto biennale per puntare a fare un campionato di vertice negli Allievi Regionali –conclude Guidoni-. La base è ottima, basta solo inserire i tasselli mancanti e avere pazienza il primo anno. Ma sono sicuro che potrebbe essere la soluzione vincente”.

DOPO LA SOSTA PASQUALE SI RIPARTE: SFIDE DECISIVE PER JUNIORES E ALLIEVI, LA PRIMA SQUADRA SUL CAMPO DEL MONTELLO PER BLINDARE IL TERZO POSTO

A tre giorni dalla ripresa in campionato, in casa Asd Frascati si lavora per smaltire le “abbuffate” dell’ultimo weekend di festa. Per i colori arancioamaranto si profila una domenica da “leoni”, perché i rispettivi tornei si avviano verso la fase conclusiva ed è questo il momento per concretizzare le fatiche e i sacrifici di un’intera stagione.

PRIMA CATEGORIA – I ragazzi di Ferri sono attesi dalla sfida sul campo del Montello, formazione alla ricerca di quei punti che le mancano per acquisire la matematica salvezza. Dopo il deludente 2-2 casalingo contro il Nettuno, Ferrazza e compagni vogliono tornare al successo anche se dovranno fare i conti, ancora una volta, con un organico falcidiato da infortuni e squalifiche. Con la Fortitudo ormai fuori portata, distante nove punti e praticamente a un passo dalla conquista del secondo posto, i frascatani cercheranno di difendere la terza posizione dagli attacchi di Lariano, a meno 5, e Genzano, staccata di sei incollature. Un compito per nulla facile, considerando l’emergenza e il morale non proprio altissimo dei castellani, ma occorre dare l’ultimo colpo di reni per non gettare via quanto di buono fatto finora, e per risollevare il giudizio su un girone di ritorno nettamente al di sotto della sufficienza.

JUNIORES – Il piccolo vantaggio, in questo caso, sarà scendere in campo a Centocelle conoscendo già il risultato della capolista Garbatella, impegnata sabato pomeriggio con la Totti Soccer. A cinque lunghezze dalla vetta, e con due gare ancora da giocare prima che il sipario venga calato sul campionato, i ragazzi di coach Fioranelli possono ancora sperare nella clamorosa rimonta anche se, al momento, la priorità resta quella di conquistare matematicamente il secondo posto. Potrebbe bastare anche un punto, ma accontentarsi non è nella filosofia di Taraborelli e compagni. “Noi giochiamo per il bottino pieno, come sempre –precisa l’allenatore- poi vedremo se potrà servirci per la piazza d’onore o magari per continuare a coltivare il sogno del primo posto. Se la Garbatella dovesse vincere, non ci resterebbe che farle i più sentiti complimenti perché ha disputato un torneo straordinario, rimediando solo due sconfitte. Il rammarico, in quel caso, sarebbe sapere che una di queste, nettissima, l’ha subita sul suo campo ad opera nostra”.

ALLIEVI – Gli Allievi di Davide Fiorentini sono praticamente a un metro dal traguardo. In caso di vittoria a Zagarolo, nella penultima gara di campionato, metterebbero una mano e mezza sul titolo: il Velletri, avversario del turno conclusivo, non sembra infatti in grado di poter impensierire Filauri e compagni e il Città di Ciampino, attuale capolista del torneo con un punto di margine sui frascatani, proprio all’ultima giornata osserverà il turno di riposo previsto dal calendario. Domenica, insomma, ci si gioca tutto: 3 punti per fare la storia, recente, del sodalizio frascatano. Per poter guardare, a bocce ferme, tutte le altre dall’alto in basso.

ASD FRASCATI, PRIMA CATEGORIA: PARI DELUDENTE CONTRO IL NETTUNO. FERRAZZA: “DICIAMO ADDIO AL SECONDO POSTO, GRAN PARTE DELLA COLPA E’ NOSTRA”
Se c’era solo una piccola possibilità di tenere accese le speranze di recuperare terreno sulla Fortitudo, queste sono state spazzate via dal 2-2 di domenica scorsa contro il Nettuno. Una gara che poteva e doveva essere vinta, in cui invece i ragazzi di Ferri hanno palesato i soliti difetti di concentrazione e nervosismo che hanno finito per condizionare la seconda parte di campionato. 34 i punti conquistati dai frascatani nel girone di andata, solo 13 quelli messi in cascina nelle ultime 11 partite: un ruolino deludente, anche se in casa arancioamaranto gli alibi non mancano di certo. Dagli errori arbitrali ai tanti, troppi infortuni, fino ai disagi legati alla temporanea indisponibilità del “Mamilio”. Ma non bastano a giustificare i 9 punti di distacco dalla Fortitudo per una squadra che, almeno fino a poco fa, aveva ampiamente dimostrato di avere in rosa valori importanti e le qualità per ottenere senza troppa fatica la piazza d’onore. “Credo che i numeri dicano tutto –spiega capitan Ferrazza- il calo di rendimento in questa seconda parte di campionato è evidente e dobbiamo prenderci le nostre responsabilità. Siamo stati molto sfortunati, e questo è innegabile, ma ci abbiamo messo del nostro. Ormai credo che per il secondo posto sia andata, ci resta il terzo che a inizio stagione e per come eravamo partiti poteva essere considerato il nostro obiettivo minimo. Ma a Montello, subito dopo Pasqua, non sarà facile, e il fatto di essere rimasti in pochi, anche durante gli allenamenti non aiuta”.

JUNIORES INARRESTABILE, 7-0 AL VIS ROMA NOVA

Se la prima squadra fatica, la Juniores continua ad andare a gonfie vele e a sognare la clamorosa “remuntada” sul Garbatella, sempre lontana 5 punti. Una bella fetta di campionato si deciderà tra due sabati, quando la capolista ospiterà l’insidiosa Totti Soccer mentre i ragazzi di Fioranelli faranno visita al Centocelle. Intanto, però, Taraborelli e compagni si godono il secondo posto praticamente acquisito. “Stiamo disputando un campionato strepitoso –spiega il “maestro” Mauro Fioranelli- il 7-0 dell’ultimo turno è l’ennesima dimostrazione della forza e della coesione di questa squadra. E’ bene ricordarlo, nelle ultime due stagioni la Juniores del Frascati non aveva fatto bene, per usare un eufemismo. Centrare i Regionali, oltretutto dopo un cammino simile, è (anzi sarebbe) fonte di grande orgoglio e soddisfazione. Devo ringraziare i miei ragazzi, perché hanno formato un gruppo fantastico, e la società, che ci ha permesso finora di lavorare in un ambiente ideale per giocare a calcio. Mi gratifica anche il fatto che parecchi miei giocatori nell’ultimo periodo stiano giocando con continuità in prima squadra: vuol dire che sono elementi validi, ma soprattutto che hanno la testa “giusta” per andare avanti in questo sport”.

 

 

Print Friendly, PDF & Email