Aggressione Cianfanelli, replica del candidato sindaco Roberto Di Felice

0
3748
difelice
Roberto Di Felice - candidato Sindaco di Ariccia
difelice
Roberto Di Felice – candidato Sindaco di Ariccia

Riceviamo e pubblichiamo integralmente la nota stampa firmata da Roberto Di Felice, candidato sindaco di Ariccia, in merito ai fatti che hanno coinvolto nelle ultime ore il segretario del Pd ariccino Valentino Cianfanelli:

“IN RELAZIONE ALLA PRESUNTA AGGRESSIONE VERBALE AL SEGRETARIO DEL PD DI ARICCIA

LE DENIGRAZIONI SONO UN BOOMERANG. RISPOSTA AL BUGIARDO.

Con riferimento a due volantini – dichiara Di Felice – (e a un manifesto dal contenuto analogo al secondo uscito in ordine di tempo) in cui Emilio Cianfanelli, già condannato in via definitiva dalla Corte Suprema di Cassazione per diffamazione, e la sua evanescente controfigura, impensieriti dal timore di perdere la poltrona della più deprecabile partitocrazia che hanno praticato in questi anni, volantini (e manifesto) da loro distribuiti e con cui cercano, essendo il loro programma amministrativo pieno di niente, di infangare la mia figura con il diffamare la mia famiglia e, quindi, anche me, riporto quanto mi ha comunicato per iscritto, apponendo la sua firma e di fatto portando una smentita, il sig. Valentino Cianfanelli, segretario della sezione di Ariccia del Partito Democratico, al quale va riconosciuto di aver ristabilito – continua Roberto Di Felice – la verità.

“IL SOTTOSCRITTO VALENTINO CIANFANELLI, SEGRETARIO DELLA SEZIONE DI ARICCIA DEL P.D., AVENDO VISTI DIFFUSI DUE VOLANTINI RECANTI IL SIMBOLO DEL PARTITO PREDETTO, DICHIARA DI NON ESSERE STATI QUESTI 2 VOLANTINI OPERA DELLO SCRIVENTE E NE DISCONOSCE IL CONTENUTO, AUGURANDO CHE I VERI AUTORI PERMETTANO AI DIVERSI CONTENDENTI NELLE PROSSIME ELEZIONI AMMINISTRATIVE COMUNALI DI ARICCIA DI AFFRONTARE LA COMPETIZIONE CON SERIETÀ E LEALTÀ – ARICCIA 27/05/2016”.

Ciò rende giustizia di fronte a un attacco becero alla mia famiglia e, quindi, a me da parte del principe dei diffamatori e seminatore professionista di odio in Ariccia e dal suo evanescente compagno di sventura per la nostra città, il quale non vale neppure la pena nominare. Ecco come escono – conclude il candidato sindaco Di Felice – da questa vicenda questi figuri: con ignominia.

Roberto Di Felice candidato sindaco Ariccia”

Print Friendly, PDF & Email