Agibilità PalaCesaroni, il M5S continua la polemica

0
991
m5s
Movimento Cinque Stelle
m5s
Movimento Cinque Stelle

Continua la polemica tra il Comune di Genzano di Roma e il Movimento 5 Stelle locale sull’agibilità del Pala Cesaroni:

La chiusura per inagibilità – dichiara a Meta Magazine Marco Fermanti – del PalaCesaroni non ci lascia né tranquilli né sereni, ma seriamente preoccupati.
Da oltre un anno siamo in attesa che il Comune renda pubblici i certificati di agibilità degli edifici scolastici. La chiusura del Burger King – continua Fermanti – , il giorno dopo l’arresto del Sindaco di Marino, è avvolta nel mistero. Un problema che, oltre a essere legato alla sicurezza, va ad incidere anche sulle vite dei lavoratori che si sono visti inoccupati all’improvviso.
Ora il PalaCesaroni è in procinto di ospitare molti eventi programmati.
Quali sono le reali circostanze – conclude Marco Fermanti – che aleggiano intorno al NOSTRO Palasport?…”

Di seguito il comunicato stampa completo del Movimento 5 Stelle Genzano ed Augusta

“Le rassicurazioni del Sindaco – esordiscono così il Movimento 5 Stelle Genzano e Augusta – non bastano, la sicurezza nostra e dei nostri figli vale più delle parole di questi amministratori.

La chiusura per inagibilità del PalaCesaroni non ci lascia né tranquilli né sereni, ma seriamente preoccupati.

Da oltre un anno siamo in attesa che il Comune renda pubblici i certificati di agibilità degli edifici scolastici.

La chiusura del Burger King, il giorno dopo l’arresto del Sindaco di Marino, è avvolta nel mistero. Un problema che, oltre a essere legato alla sicurezza, va ad incidere anche sulle vite dei lavoratori che si sono visti inoccupati all’improvviso.

Ora il PalaCesaroni è in procinto di ospitare molti eventi programmati.

Quali sono le reali circostanze che aleggiano intorno al NOSTRO Palasport?

Nel lontano 2008, una Commissione comunale, aveva espresso parere favorevole sull’agibilità del Palazzetto per diverse tipologie di eventi. Questo parere però costituisceSOLO il presupposto necessario in termini di legge ai fini dell’emissione del provvedimento autorizzativo, e la stessa Commissione ha l’obbligo di vigilanza e controllo successivi per accertare il permanere degli standard di sicurezza verificati.

Da allora i Genzanesi  non hanno mai avuto sentore che ci potesse essere qualche problema sulla sicurezza dell’edificio, forse perché eventuali omissioni o mancanze sono state sottaciute alla maggior parte dei cittadini e risolte ogni volta con qualche deroga.

Nell’Albo pretorio non c’è alcuna traccia consultabile pubblicamente rispetto alle certificazioni legate alla sicurezza (*)

Il 15 Maggio l’importante partita tra la Cogianco e la Augusta non si è potuta svolgere su ordine della Questura che ha dichiarato inagibile il sito. Come mai?

La responsabilità in materia di sicurezza è a carico del concessionario della struttura, quindi del Comune di Genzano, che deve produrre le necessarie autorizzazioni.

Visto quanto successo, possiamo soltanto immaginare, in mancanza di DOCUMENTI UFFICIALI (*), che il Commissariato di PS non ha ritenuto idonea o sufficiente la documentazione fornita dal concessionario.

Sconcertante che il Sindaco dichiari di rivalersi su un organo di sicurezza come la Polizia di Stato che probabilmente ha fatto semplicemente il suo dovere.

Premesso che, in moltissimi casi, l’immagine e la dignità della comunità genzanese sono stati messi alla berlina proprio da questi amministratori, ci chiediamo di chi è la responsabilità di quello che è accaduto.

Ci troviamo – continua il Movimento la nota – quindi di nuovo a chiedere, specificamente e senza troppi giri di parole, che vengano resi consultabili i documenti: il certificato dove l’edificio risulta essere staticamente e sismicamente idoneo all’uso per cui è destinato, il certificato diprevenzione incendi e il provvedimento autorizzativo che deve seguire il “parere” della Commissione di vigilanza sui locali di pubblico spettacolo.

Nel piano di emergenza presentato alla Regione, il PalaCesaroni è indicato come uno dei punti di raccolta per la cittadinanza e la sua idoneità diventa quindi un punto cardine.

A brevissimo sono previsti diversi eventi con la presenza di bambini all’interno della struttura, chiediamo quindi all’Amministrazione di fugare ogni dubbio sulla triste vicenda e di pubblicare TUTTI I DOCUMENTI NECESSARI (*) a rassicurare i cittadini di Genzano e gli utenti che nei prossimi giorni avranno il piacere di partecipare alle manifestazioni previste nel NOSTRO Palazzetto del Sport.

Chiediamo questi doverosi chiarimenti, soprattutto con il Commissariato di Genzano eanche a nome del M5s di Augusta, che giustamente vuole fare chiarezza su quanto accaduto.

Non possiamo fare a meno di sorridere se pensiamo che il Sindaco si è più volte indignato per le parole in Parlamento della nostra Portavoce al Senato, Elena Fattori.

Tra scuole, palazzetto e Burger King, probabilmente una sana autocritica sarebbe doverosa.

Speriamo che quanto prima si chiarisca il tutto, per tentare di ripristinare l’immagine e la dignità della comunità genzanese. 

(*)

Il certificato di agibilità è il documento che attesta la sussistenza delle condizioni di sicurezza, igiene, salubrità, risparmio energetico degli edifici e degli impianti tecnici negli stessi installati valutate secondo quanto dispone la normativa vigente, quindi DEVE attestare che siano rispettati tutti i requisiti di legge necessari per garantirne sicurezza e comfort.

Elenchiamo la documentazione necessaria per l’ottenimento del certificato di agibilità:

• Certificato di collaudo statico;

• Iscrizione al Catasto;

• Dichiarazione di conformità degli impianti installati (elettrico, idraulico, aerazione…);

• Dichiarazione di conformità in materia di superamento delle barriere architettoniche);

• Dichiarazione relativa al rispetto delle norme di igiene edilizia;

• Certificato di prevenzione incendi;

• Attestato certificazione energetica;

• Documentazione relativa all’isolamento termico dell’edificio;

• Certificato dell’Ufficio Tecnico della Regione attestante la conformità alle norme vigenti delle opere strutturali eseguite nelle zone sismiche;

• Certificato di collaudo finale.

A conferma di quanto avevamo già intuito, le due cose elencate dal Sindaco nel suo comunicato – conclude il M5S Genzano e Augusta – non sono affatto sufficienti né rassicuranti.”

 

Print Friendly, PDF & Email