Ai Castelli Romani la prima scuola in Italia di Tsuboterapia Shiatsu

0
1306
astis
Associazione Astis
astis
Associazione Astis

Sempre più persone si stanno avvicinando al mondo dello Shiatsu definendolo uno strumento molto valido per quanto riguarda il benessere della persona, ed è giusto che SIANO LE PERSONE a VALORIZZARE questa arte.

“Sono loro che – dichiara Giuseppe Suppressa promotore della prima scuola in Italia di Shiatsu operante con la tecnica Serizawa – si sottopongono ai nostri trattamenti e sono loro che hanno il diritto di parlare”.

Del resto se una persona che era sofferente ad una mano causata forse da un tunnel carpale, da un disturbo antico localizzato alla colonna o ad un arto inferiore ecc, ed ora non trova difficoltà nell’utilizzarla… perché non dire che lo shiatsu ha funzionato?

Ma a quale stile dobbiamo affidarci signor Suppressa?

“Ci sono due stili su tre che sono conosciuti, ma esiste un’altro che è assente nel nostro Paese, si tratta dello stile Serizawa (Terapia dello Tsubo / o Tsuboterapia). E’ di questa tecnica che la scuola che ha aperto ai Castelli Romani e che sto curando personalmente si occupa”.

Perché lo Serizawa non è diffuso in Italia?

“Questa è una domanda interessante a cui non è facile rispondere: forse è dipeso dal fatto che Serizawa ha divulgato questo suo stile in America negli USA oltre che in Cina e non in Europa”.

La vostra scuola che credenziali presenta in materia?

“Riguardo a questo possiamo con orgoglio dire che dal 2015 abbiamo iniziato una collaborazione con il Dott. Ebisuno, allievo di Serizawa e primario conoscitore della tecnica Shiatzu, per diffondere lo stile Serizawa in maniera accurata qui in Italia ma non solo, abbiamo anche il privilegio di avere un vero libro scritto proprio da Katsuzuke Serizawa sulla Tsuboterapia. Non ci fermiamo qui in Italia, il nostro obiettivo è di divulgarlo anche in Europa e precisamente in Russia (San PietroBurgo) in Ucraina – Germania – Inghilterra”.

A chi è rivolto il corso di tsuboterapia?

“A tutti coloro che amano conoscere la complessità del proprio corpo e che desiderano operare nel campo delle discipline bio naturali. Non occorre essere medici, ma visto che il programma didattico e simile a quello universitario di un corso d’agopuntura sarebbe appropriato avere almeno un diploma di medie superiori. Al momento non esiste nessuna legge che vieti questo approccio a tutti, ma è’ vero anche che, se una cosa può piacere non esiste titolo che tenga per fermare il cammino della conoscenza verso la Medicina Tradizionale Cinese”.

Quale il percorso per accedere alla vostra scuola?

“Noi nella nostra scuola usiamo prima effettuare un colloquio preliminare per stabilire secondo il nostro statuto privato e quello stabilito ASI Coni, se una persona è idonea al corso”.

Messaggio Promozionale

Print Friendly, PDF & Email