Al via a Marino il progetto Scuole Sicure 2020/2021

Decisiva la sinergia tra istituzioni comunali, scolastiche e Forze dell’ordine. Obiettivo del progetto: combattere l’uso e lo spaccio di sostanze psicotrope

0
54
scuole_sicure
Scuole Sicure
scuole_sicure
Scuole Sicure

AL VIA A MARINO IL PROGETTO “SCUOLE SICURE 2020/2021”

Decisiva la sinergia tra istituzioni comunali, scolastiche e Forze dell’ordine

Obiettivo del progetto: combattere l’uso e lo spaccio di sostanze psicotrope

Il giorno 30 Settembre 2020 alle ore 11 presso la sala consiliare del Comune di Marino si è tenuta la presentazione del progetto “MARINO: Scuole sicure A.S. 2020/2021” alla presenza del Sindaco di Marino Carlo Colizza, dell’Assessore alle Politiche Sociali Barbara Cerro, l’Assessore ai Servizi informativi, controllo e innovazione tecnologica – Saverio Audino, del Comandante Polizia Locale Comune di Marino dr. Alfredo Bertini, della Referente e Coordinatrice del Progetto – Coop. Sociale Magliana ’80 a.r.l. Onlus – Silvana Stamati, della Referente Coop. Sociale Magliana ’80 a.r.l. Onlus – Cristina Parpaglioni. Per le scuole hanno partecipato i rappresentanti dei seguenti Istituti Scolastici:

I.C. Marino Centro – Vice Preside Prof. Luca Congedo; I.C. “A. Vivaldi” S.M. Mole – Referente del progetto  Prof.ssa Filomena Rivetti; I.C. “P.Levi” – Frattocchie – Dirigente scolastico Prof.ssa Francesca Toscano; Istituto di Formazione FORMALBA – Responsabile Plesso Marino Prof. Stefano Mesisca; I.I.S. AMARI-MERCURI – Vice Preside del Liceo Artistico di Marino Prof.ssa Fiore; in rappresentanza delle Forze dell’Ordine, il Commissario della Polizia di Stato di Marino, Francesco Berretta.

Il Sindaco Carlo Colizza ha dato il via, in sede di Conferenza Stampa, al  Progetto “Marino: Scuole Sicure A.S. 2020/21”  illustrando le finalità e gli obiettivi del progetto inerente la promozione della salute in adolescenza e  mettendo a disposizione della nostra comunità più risorse e strumenti utili a contrastare il fenomeno dello spaccio di stupefacenti in ambienti da tutelare in modo prioritario.

L’iniziativa rafforza la collaborazione tra istituzioni scolastiche e amministrazione comunale per potenziare la presenza, il controllo e il monitoraggio del territorio e creare una più strutturata rete di prevenzione dello spaccio di stupefacenti davanti a luoghi estremamente sensibili come le scuole.

L’idea di affrontare i vari temi del progetto si inserisce anche in un ulteriore contesto formativo di inclusione, ovvero di sinergia tra scuola – istituzioni e famiglia. Un ringraziamento ai rappresentanti degli istituti scolastici che saranno parte attiva e collaborativa negli interventi di studio e di sviluppo delle attività.

L’Assessore alle Politiche Sociali Barbara Cerro ha reso note le fasi dell’attuale progetto sottolineando la particolare attenzione dell’Amministrazione Comunale ad affrontare il tema della prevenzione all’uso di sostanze stupefacenti presso nelle scuole del territorio.

“Questo progetto parte da lontano – ha dichiarato l’Assessore Cerro – Sin dal nostro insediamento, avvenuto nel 2016, come Assessore alle Politiche Sociali mi sono chiesta come poter arginare la diffusione dalle sostanze psicotrope e psicoattive soprattutto tra i giovani, fondamentalmente  tra i nostri studenti. E così abbiamo intrapreso una strada complessa, una nuova sfida proprio nelle nostre istituzioni scolastiche. Abbiamo affidato l’incarico alla Cooperativa Sociale Magliana ’80, che si occupa di questo fenomeno sin dagli anni 80 con l’obiettivo di assistere e recuperare persone dipendenti da sostanze stupefacenti, attraverso una equipe di esperti  e di svolgere nelle scuole  attività di prevenzione adolescenziale e di crescita dell’individuo. Sono ormai 3 anni che l’Amministrazione Comunale interviene e finanzia queste attività nelle scuole medie e superiori del territorio,  ricevendo dai docenti  feedback positivi. Con la partecipazione al bando del Ministero dell’Interno – Prefettura di Roma –  abbiamo inteso aderire con un progetto ancora più dettagliato, arricchendolo di iniziative e rendendolo più strutturale. Da parte mia esprimo una grande soddisfazione per aver precorso i tempi e per essere stati premiati dalla Prefettura di Roma per i contenuti degli interventi innovativi che verranno realizzati”.

Il progetto prevede di effettuare un percorso intenso e articolato e una campagna di informazione/sensibilizzazione agli studenti e alle loro famiglie, che sarà incentrato sulla prevenzione all’uso/abuso di sostanze psicotrope, sui rischi connessi all’assunzione di sostanze stupefacenti, sull’educazione socio-emotiva e sul percorso di una cultura della legalità e delle politiche per la sicurezza urbana.

L’Assessore all’Innovazione tecnologica Saverio Audino si è soffermato sugli interventi tecnici relativi all’installazione degli impianti di videosorveglianza nei pressi degli Istituti scolastici di II grado del territorio comunale.

La gestione del sistema prevede di garantire le programmazioni sul sistema di rete comunale, con cabina di regia presso la sede comunale, con potenzialità di interfaccia con le Forze dell’Ordine. Gli interventi nelle scuole verranno effettuati in presenza e/o in modalità streaming, in base agli accordi con gli insegnanti e secondo le prescrizioni sanitarie di prevenzione da Covid -19.

La Referente e Coordinatrice del Progetto della Coop. Sociale Magliana ’80 a.r.l. Onlus Dott.ssa Silvana Stamati ha esposto le azioni del percorso formativo che verrà realizzato nel corso dell’anno scolastico 2020/2021 spiegando il ruolo strategico che la scuola ha assunto nel tempo, non più solo come contesto di insegnamento/apprendimento, ma anche come contesto di socializzazione, scambio culturale e interazione sociale.

Il percorso formativo si attuerà con una metodologia che coinvolgerà le aree Emotive – Cognitive –

Sociali: su queste aree, attraverso una metodologia interattiva e tecniche partecipative: (circle time, brain storming, roleplaying, giochi psicologici etc) si lavorerà con i ragazzi con l’obiettivo di far migliorare la loro percezione di autoefficacia e autostima, teso a migliorare l’immagine di sé, il rapporto con se stessi e il proprio mondo interno, facilitare la comunicazione con gli altri, liberare il bisogno di protagonismo e altre forme illusorie.

Durante gli incontri l’equipe (Psicologo, Psicoterapeuta, Medico, Educatore, Counselor), composta da persone che hanno esperienza negli interventi nelle scuole si alternernno i diversi approcci utilizzandoli secondo le esigenze e la strutturazione degli incontri.

Il Comandante della Polizia Locale del Comune di Marino Alfredo Bertini ha chiarito il  ruolo che avranno la Polizia Locale e le Forze dell’Ordine all’interno del progetto, tema sottolineato anche nel successivo intervento del Commissario della Polizia di Stato di Marino Francesco Berretta.

Gli agenti di Polizia Locale saranno impegnati in  incontri di educazione alla cultura della legalità, alle politiche per la sicurezza urbana. Sarà’ un percorso di avvicinamento dei giovani alle istituzioni, spesso avvertite come distanti, con il quale si intende contribuire ad accrescere la fiducia nelle forze dell’ordine impegnate tutti i giorni per la sicurezza di tutti,  di instaurare, fin dall’età adolescenziale un senso di vicinanza e fiducia  promuovendo l’ascolto ed il confronto. In aggiunta a questi incontri divulgativi con gli studenti, la Polizia Locale sarà impegnata in servizi di controllo, anche in abiti civili, in prossimità delle Scuole Secondaria di primo grado e degli Istituti Superiori di secondo grado del territorio comunale.

Importanti gli Interventi dei rappresentanti degli Istituti scolastici:

Per l’I.C. “Marino Centro” – Prof. Luca Congedo ha sottolineato l’utilità del percorso di formazione ai ragazzi e l’importanza della vicinanza delle istituzioni alle scuole; “ il lungo periodo di allontanamento dalle sedi scolastiche, nella fase di prevenzione sanitaria da Covid -19, ha sicuramente disperso anche i valori e le responsabilità nei confronti di regole e di partecipazione condivisa. Dobbiamo pertanto ripartire e creare nell’adolescente aspetti stabili e contesti di riferimento significativi: a tal fine la realizzazione di questo progetto sarà uno strumento di grande utilità”.

Per il Liceo Artistico AMARI-MERCURI la Vice Preside Prof.ssa Fiore ha individuato le ricadute positive del progetto sugli studenti: sulla base delle esperienze formative trascorse ha potuto constatare una evidente maggiore consapevolezza del problema legato all’uso e abuso di sostanze  stupefacenti da parte degli studenti.

Per l’I.C. S.M. Mole la Prof.ssa Filomena Rivetti ha evidenziato la rilevanza della qualità degli interventi previsti nelle varie fasi del progetto. Grande disponibilità alla collaborazione per le attività formative previste nel percorso di “Marino: Scuole Sicure A.S. 2020/21”.

Per l’I.C. “P.Levi” di Frattocchie  la Dirigenti Prof.ssa Toscano:  mette in rilievo il valore di fare rete tra le istituzioni e la scuola; si propone inoltre di presentare una proposta al MIUR in merito alla formazione in favore dei docenti sui temi trattati nel progetto e/o ad esso analoghi da inserire come ordinari strumenti scolastici .

Per Formalba il Prof. Stefano Mesisca ha rimarcato i forti benefici del progetto sugli studenti del loro Istituto a causa di uno scenario di marginalità sociale e familiare di provenienza della maggior parte dei ragazzi. La loro condizione relazionale e sociale è infatti contrassegnata dall’appartenenza a contesti ambientali, sociali e/o familiari precari e conflittuali, instabili e multiproblematici.  Attraverso mirate strategie di intervento e misure formative adeguate  si può sopperire alle fragilità dell’adolescente e tutelare la loro salute e la loro crescita personale.

Le famiglie potranno seguire lo streaming della presentazione del progetto sul sito istituzionale del Comune di Marino: www.comune.marino.rm.gov.it – Home Page – Diretta Streaming – Conferenza Stampa “Marino: Scuole Sicure” del 30.09.2020.

Le famiglie potranno collaborare con i docenti e interagire con gli specialisti del progetto, per informazioni ed eventuali problematiche da affrontare.

Sarà disponibile una brochure da destinare a tutte le famiglie sul percorso formativo rivolto agli studenti interessati.

Il Sindaco ha concluso l’incontro rispondendo agli interventi dei partecipanti e sottolineando il valore della collaborazione tra istituzioni sul ruolo della prevenzione, dell’informazione nel contrasto alla diffusione delle droghe nelle scuole.

Print Friendly, PDF & Email