Albalonga calcio, la serie D vola in vetta

0
577
giannone
Giannone - Albalonga calcio serie D
giannone
Giannone – Albalonga calcio serie D

Quarta vittoria consecutiva in campionato per l’Albalonga che batte 3-1 lo Sporting Club Trestina, al rientro tra le mura amiche del Pio XII che ha vissuto un’importante opera di restyling sia delle recinzioni laterali del terreno di gioco che del manto stesso, ieri in perfette condizioni. «Una gara non semplice, condotta benissimo nel primo tempo e che poi abbiamo rischiato di complicarci nella ripresa». L’analisi è del centrocampista centrale classe 1983 Rocco Giannone, uno dei grandi colpi di mercato estivi della società del presidente Bruno Camerini. «Il calo nel secondo tempo, con risultato a nostro favore, ci era accaduto già in qualche altra occasione e dobbiamo evitare di ripetere questo tipo di errori se vogliamo fare un campionato di vincere. Comunque ci prendiamo i tre punti che sono importanti e ci consentono di migliorare ancora la classifica». Stante il rinvio della gara del Rieti e il pareggio dell’Ostia Mare, infatti, i castellani di mister Chiappara sono volati da soli in vetta alla classifica del girone G di serie D. «Sicuramente fa piacere: prima della partita sapevamo che con una vittoria avremmo avuto ottime possibilità di essere in testa da soli, ma siamo appena alla nona giornata e sappiamo bene che c’è tanto da sudare. Questo nostro avvio di campionato, comunque, ci fa capire che possiamo centrare un posto tra le prime cinque». Finalmente anche lui si è sbloccato dal punto di vista realizzativo siglando (con una splendida punizione) la rete del momentaneo 2-0 dopo il sigillo iniziale di Delgado e prima del definitivo 3-1 arrivato all’88’ a firma di Traditi. «Ho segnato tanti gol nelle ultime due stagioni ed in effetti quest’anno ero un po’ in ritardo…» sorride il forte centrocampista che poi si proietta già alla prossima sfida. «Saremo ospiti del Latte Dolce che tra l’altro ieri ha anche subito una sconfitta sul campo della Nuorese e si presenterà ancor più agguerrita. Tra l’altro le trasferte in Sardegna sono sempre molto complicate dal punto di vista logistico e dunque dovremo mettere in campo tutto quello che abbiamo per uscire con un altro risultato positivo da Sassari».

Print Friendly, PDF & Email