Albalonga calcio, Polizzi sentenzia il Trastevere

Albalonga calcio, il giovane attccante della serie D Gianluca Polizzi entra e stende il Trastevere: «Un gol che aspettavo da tempo»

0
488
albalonga_festa_gol_polizzi
Albalonga calcio, festa dopo gol Polizzi

Una sfida spettacolare per cominciare alla grande il 2018. L’Albalonga torna a fare scintille grazie al successo interno per 3-2 sul Trastevere, che all’andata si era imposto (in rimonta) con lo stesso risultato. Dopo essere stata rimontata due volte nonostante le reti di Nohman (nel primo caso totalmente inesistente il rigore concesso al Trastevere), la squadra del presidente Bruno Camerini ha trovato la forza per tirare fuori il guizzo giusto e vincere una partita molto importante. L’autore del gol decisivo è stato Gianluca Polizzi, giovane attaccante classe 1998 al primo gol in serie D. «Prima di quest’anno avevo giocato solo un paio di partite con la Scafatese in passato, in questa categoria. Questa rete l’aspettavo da tempo ed è arrivata nel momento giusto: ringrazio tutta la società, il mister e la squadra per la fiducia che mi è stata sempre data e Nohman per il delizioso assist. Il gol lo dedico a mio padre Massimo, a mia mamma Maria e alla mia ragazza Alessia». La partita con il Trastevere è stata davvero bellissima e alla fine a spuntarla è stata l’Albalonga. «Sapevamo che di fronte avremmo avuto un avversario tosto – dice Polizzi – Nonostante la doppia rimonta degli ospiti, non abbiamo mai mollato e con la forza del gruppo siamo riusciti a vincerla». Nonostante abbia una folta concorrenza lì davanti, Polizzi è felice della sua esperienza all’Albalonga. «Sto crescendo e imparando davvero tanto qui, allenarmi assieme a tanti giocatori importanti è assolutamente formativo per il sottoscritto. Cerco di farmi trovare pronto quando il mister decide di utilizzarmi». L’Albalonga è rimasta al terzo posto (accorciando le distanze dal Rieti capolista che però dovrà rigiocare la sfida col Latina per un infortunio all’arbitro) e ora preparerà la sfida sul campo del Lanusei. «All’andata vincemmo in maniera larga, ma sappiamo bene che in Sardegna sarà tutta un’altra partita. Loro sono in lotta per la salvezza e venderanno cara la pelle, dovremo tenere alta la concentrazione. La classifica? E’ sicuramente bella: forse il Rieti ha qualcosa in più delle altre, ma se dovesse fare qualche passo falso noi dovremo essere pronti ad approfittarne».

Print Friendly, PDF & Email