Schininà e Campiotti lasciano l’Albano Calcio a 5

Albano Calcio a 5, i saluti del tecnico Sette a Schininà e Campiotti

0
343
allenamento_albano_c_a_5
Allenamento Albano Calcio a 5

Dopo le conferme e i primi nuovi arrivi, l’Albano Calcio a 5 ha voluto dedicare un ringraziamento particolare anche ai calciatori che non vestiranno più la maglia biancorossa nella prossima stagione, che vedrà la società, presieduta dalla famiglia Sette, affrontare il campionato di Serie C1. Fra i partenti ci sono i nomi del portiere Edoardo Campiotti e di Riccardo Schininà. Sulle partenze è intervenuto l’allenatore Stefano Sette: «Ringrazio Riccardo per la disponibilità mostrata durante tutto l’arco della stagione. Un ragazzo sempre puntuale negli impegni della squadra, con importanti prospettive di crescita per il futuro». Il tecnico della prima squadra ha poi salutato Edoardo Campiotti: «Edoardo sarà sempre uno di casa. Cinque anni belli e intensi, dove ha dato un grandissimo contributo sia all’interno del rettangolo di gioco che fuori. Un ragazzo che, grazie alla sua maturità, in questi anni ha fatto da chioccia ai tanti giovani ragazzi presenti nella rosa. Anche durante l’ultima stagione il suo apporto è stato fondamentale per superare l’inizio di stagione difficile. Per tutti questi motivi ritengo che Edoardo farà la fortuna della sua nuova squadra». Stefano Sette ha infine concluso: «Sia per Riccardo che per Edoardo quello all’Albano Calcio a 5 è sicuramente un arrivederci».

Albano Calcio a 5: Coppa Disciplina all’Under 21 e ai Giovanissimi

L’Albano Calcio a 5 si aggiudica la Coppa Disciplina nelle categorie Under 21 e Giovanissimi. A sancirlo è stato il Comitato Regionale Lazio. Un ambito riconoscimento, soprattutto per i calciatori di Massimiliano De Chirico che, nonostante le partite in più disputate nei playoff, sono comunque risultati, per distacco nelle statistiche rispetto alle altre compagini, fra le squadre più corrette nel girone Under 21. Soddisfatto il Presidente Angelo Sette: «Un riconoscimento che non può che renderci orgogliosi. Il fulcro del nostro progetto sono i giovani e la nostra priorità è farli crescere sia dal punto di vista atletico che morale, attraverso i sani principi dello sport. Voglio congratularmi con tutti i ragazzi, lo staff tecnico e i dirigenti che hanno permesso il raggiungimento di questo importante traguardo».

Print Friendly, PDF & Email