Albano Calcio a 5, C1 sfiora l’impresa al Pala Collodi

0
819
flavio_massimi
Flavio Massimi
flavio_massimi
Flavio Massimi

Probabilmente una delle migliori partite disputate dall’Albano Calcio a 5 in questa stagione, ma questo non è bastato alla formazione, guidata dal tecnico Stefano Sette, per superare il Vis Fondi, fra le mura del Pala Collodi di Albano Laziale, nel match valevole per il Campionato di Serie C1. Il primo tempo ha visto i padroni di casa avere il pallino del gioco per lunghi tratti. Nonostante questo, l’Albano Calcio a 5 ha trovato il vantaggio con Simone Del Pidio soltanto ad un minuto dalla fine della prima frazione. 1 – 0 durato qualche istante con il pareggio immediato degli ospiti. Il secondo tempo è iniziato sulla falsa riga del primo. Tuttavia, in questo caso, l’Albano Calcio a 5 è stato più concreto sotto porta portandosi sul 3 – 1 con le marcature di Valerio Paloni e Simone Del Pidio. Quando il match sembrava essersi messo in discesa per i padroni di casa, i pontini hanno prima agguantato il pareggio e poi segnato il gol del 3 – 4. Il pareggio dell’Albano è arrivato nuovamente con Simone Del Pidio. A tre minuti dalla conclusione, gli ospiti si sono portati nuovamente avanti, ma il “forcing” finale dei calciatori di Stefano Sette ha messo alle corde il Vis Fondi che si è arreso nuovamente a Del Pidio, autore del 5 – 5 finale. Flavio Massimi ha commentato l’andamento del match: «Abbiamo disputato una buona gara. Per quanto costruito avremmo dovuto sicuramente concretizzare di più e prenderci i tre punti casalinghi. In ogni caso prendiamo atto di questo pareggio e continuiamo a lavorare sodo in vista dei prossimi impegni». Alle parole di Massimi hanno fatto seguito quelle di Simone Del Pidio, “man of the match” con il poker messo a segno: «Una partita che ci lascia dell’amaro in bocca. L’abbiamo affrontata con la giusta intensità offensiva. Abbiamo peccato di leggerezza nella fase difensiva, non tanto nell’impostazione, quanto nello spirito di sacrificio. Abbiamo subito dei gol che potevamo tranquillamente evitare».

Print Friendly, PDF & Email