Albano, al via l’esercitazione Fearex 2018

Albano Laziale, al via l’esercitazione di Protezione Civile “Fearex 2018” che avrà luogo da venerdì 27 a domenica 29 aprile 2018

0
338
manifesto
Esercitazione Fearex 2018

Da venerdì 27 a domenica 29 aprile i Comuni di Albano Laziale, Ariccia, Castel Gandolfo, Genzano di Roma e Nemi saranno interessati dall’esercitazione di Protezione Civile denominata “FEAREX 2018”, a cura del coordinamento FE.P.I.VOL.  Quest’ultimo è un coordinamento iscritto all’elenco delle organizzazioni di volontariato di Protezione Civile della Regione Lazio ed è composto da 34 associazione o gruppi comunali per un totale stimato di circa 800 volontari. Si tratta di un’esercitazione in cui, oltre ai singoli Comuni, verranno coinvolte tutte le strutture operative emergenziali delle istituzioni a partire dall’Agenzia della Protezione Civile della Regione Lazio, alla Prefettura di Roma, dall’Ares 118, all’ASL RM6 ed inoltre le Componenti del Volontariato di Protezione Civile aderenti alla FE.P.I.VOL. Verranno svolte azioni di diversa natura e in diversi scenari sul territorio, in tempo reale. FEAREX simulerà un ipotetico sciame sismico di scosse, come avvenne negli anni ’80 e l’esercitazione inizierà con la fase di allertamento dei COC (Centri Operativi di Comunali) e della Sala Operativa Unificata dell’Agenzia della Protezione Civile Regionale, che invierà le richieste di intervento alle associazioni di volontariato della FEPIVOL, per l’allestimento del campo di accoglienza e per gli interventi di soccorso, laddove necessari. Negli scenari previsti durante l’esercitazione FEAREX 2018 saranno coinvolti, con diversi ruoli, anche la Croce rossa Italiana, il Soccorso Alpino e Speleologico. Obiettivo dell’esercitazione è verificare e migliorare la funzionalità delle strutture di coordinamento in emergenza, anche attraverso la cooperazione tra gli enti preposti nelle attività di protezione civile, nella consapevolezza che, nel caso in cui si verifichino situazioni di emergenza che interessino direttamente o indirettamente il territorio, è necessario garantire una tempestiva e adeguata assistenza alle popolazioni interessate. Il programma e le azioni di dettaglio dell’esercitazione non saranno resi noti a priori ai partecipanti, che quindi si mobiliteranno compatibilmente con le tempistiche di una reale emergenza.

Venerdì sera prenderà il via l’esercitazione, con la notizia di un terremoto di magnitudo 5.1 della scala Richter in località Vulcano Colli Albani.

Sono previsti i seguenti scenari: un crollo su una galleria Stradale a Castel Gandolfo; la generazione di onda anomala nel Lago a Castel Gandolfo; il crollo di un edificio nel Comune di Albano Laziale; evacuazione di un’ala dell’ospedale del Comune di Genzano; una frana su strada nel Comune di Nemi; evacuazione di alcuni edifici scolastici nel Comune di Ariccia, Albano Laziale e Genzano di Roma.

Print Friendly, PDF & Email