Albano, TARI giù del 7%

Il Sindaco di Albano Nicola Marini commenta l'approvazione da parte del Consiglio Comunale della diminuzione della tassa sui rifiuti

0
614
palazzosavelli
Palazzo Savelli - Albano Laziale

Il Consiglio Comunale di Albano Laziale ha approvato la riduzione della tariffa TARI per l’anno 2018. La tassa sui rifiuti calerà mediamente del 6 – 7%. Soddisfatto il Sindaco Nicola Marini: «Per il secondo anno consecutivo diminuiamo la TARI, rispettando gli impegni presi con la cittadinanza. Gli sforzi dell’Amministrazione Comunale e soprattutto dei cittadini per l’attuazione del sistema di raccolta differenziata porta a porta su tutto il territorio sono stati ripagati. Siamo sulla strada giusta. L’obiettivo rimane quello della Tariffa Puntuale che determinerà un ulteriore passo in avanti, dando la possibilità di misurare non solo la quantità ma anche la qualità dei rifiuti prodotti da ogni singola utenza».

Andreassi (PD): “GRAZIE ALL’IMPEGNO DEI CITTADINI”

Nonostante sia una bella notizia per i cittadini di Albano Laziale, che vedono diminuire le loro tasse, la riduzione della TARI del 7% rispetto allo scorso anno non è la vera notizia – così in una nota Luca Andreassi, Consigliere Comunale del Pd di Albano Laziale e delegato ai rifiuti – “Ciò che merita di essere sottolineato – continua Andreassi – è che questa diminuzione avviene per il secondo anno consecutivo confermando un trend, in crescita, che dimostra come non si tratti di un risultato episodico ma ormai ben strutturato. E non era affatto scontato in un contesto in cui, per cause indipendenti dalla nostra volontà, come l’assenza nella nostra Regione di impianti per il trattamento dei rifiuti organici, si vive in uno stato di emergenza pressoché continua. Assenza che le amministrazioni locali, e dunque i cittadini, pagano a caro prezzo in termini economici ed ambientali visto che siamo obbligati a mandare i nostri rifiuti nel lontano nord. Quindi dobbiamo ancor più essere fieri di questi numeri maturati grazie all’impegno dei cittadini di Albano, virtuosi nel differenziare e nel differenziare bene. Comportamento che consente di vendere quantità importanti di rifiuti riciclabili a un livello di elevata purezza tanto da garantire introiti altrettanto importanti per l’Ente. Tutto questo, unitamente ai finanziamenti ottenuti da enti sovracomunali per la seconda isola ecologica, per il centro di riuso e per il compostaggio, porterà Albano Laziale ad entrare davvero nell’elite dei Comuni più virtuosi. Albano è differente. Una volta di più” conclude Andreassi.

Print Friendly, PDF & Email