Albano, via libera alla strada di collegamento per il nuovo cimitero

0
1278
Palazzo Savelli
Il palazzo comunale di Albano Laziale
Palazzo Savelli
Il palazzo comunale di Albano Laziale

Archiviato il Consiglio Comunale del 28 settembre, protrattosi anche nella giornata di martedì 29.

Tanti i temi affrontati, “in primis” l’accoglienza dei profughi. Il Sindaco Nicola Marini ha risposto all’interrogazione del Consigliere e capogruppo di Forza Italia Matteo Mauro Orciuoli, il quale chiedeva le intenzioni del Comune onde si fosse verificata l’eventualità di accogliere in città “profughi” o “immigrati”: “Non condivido i toni usati da chi ci interroga. Leggo termini come “tutelare la cittadinanza”, “scelta scellerata”. Noi non dobbiamo “tutelare i cittadini”, ma eventualmente accogliere dei profughi”. In seguito il Primo cittadino ha proseguito: “Stando alla nota della Prefettura di Roma, il nostro Comune dovrebbe ospitare 61 richiedenti asilo, pari allo 0,15% della popolazione. Alla luce di questa comunicazione, abbiamo attivato immediatamente le procedure per verificare la disponibilità di spazi dove collocare queste persone. Abbiamo interpellato gli uffici comunali, la Diocesi e le Cooperative del territorio ricevendo tuttavia risposte negative, in tutti i casi. Della situazione e delle risposte complessivamente negative è stata informata la Prefettura, che ad oggi non ci ha inviato ulteriori comunicazioni”.

In seguito sono stati nominati i Consiglieri Enrica Cammarano (Insieme per Marini Sindaco) e Matteo Mauro Orciuoli (Forza Italia) all’interno della Commissione competente per aggiornare due distinti elenchi di cittadini residenti nel territorio del Comune, aventi i requisiti di legge per la nomina a Giudice Popolare di Corte d’Assise d’Appello.

Il Consiglio Comunale ha poi approvato in via definitiva la realizzazione della strada di collegamento via Piani di Monte Savello – Nuovo Cimitero – via dei Tulipani e il conseguente vincolo preordinato all’esproprio.

Il Vice Sindaco con delega ai Lavori Pubblici Maurizio Sementilli ha commentato: “Si tratta di un’opera molto importante, che alleggerirà Pavona dal traffico veicolare, a vantaggio della vivibilità del luogo. Quest’opera si va ad aggiungere al sottopasso di via Pian Savelli, la cui costruzione inizierà ad anno nuovo”.

Sul tema è intervenuto anche il Sindaco Nicola Marini: “Questa nuova strada servirà anche in vista della costruzione del nuovo cimitero, prevista in quella zona. Siamo in attesa che il Tribunale di Velletri si esprima sulla nostra richiesta di annullamento del contratto di affidamento, stipulato nel 2009 dall’Amministrazione Mattei, che già è stato definito “atipico e illegittimo” dall’Autorità Nazionale Anticorruzione, su specifico parere richiesto dalla nostra Amministrazione”.

L’ultimo Consiglio Comunale è stato anche l’occasione per ribadire l’impegno dell’Amministrazione Comunale in tema di “trasparenza amministrativa”, aderendo alla campagna “Senza corruzione riparte il futuro” promossa da Libera e Gruppo Abele. Ad oggi, Albano Laziale, stando ad uno studio dell’autorevole quotidiano “Il Sole 24 Ore”, è il secondo Comune d’Italia nella pubblicazione degli “Open Data”, cioè quei dati liberamente accessibili a tutti i cittadini che si richiamano alla più ampia disciplina dell’ “Open Government”. Per di più l’Ente ha adottato lo scorso anno il “Piano Comunale Triennale di Prevenzione della Corruzione 2014 – 2016” e nei prossimi mesi sarà ripetuta la “Giornata per la Trasparenza”. A tal proposito il Consiglio Comunale ha fatto propria all’unanimità una risoluzione scaturita da una mozione presentata dal Consigliere Gabriella Sergi. Sul punto, intervenendo per dichiarazione di voto, il capogruppo del Movimento Cinque Stelle Federica Nobilio, ribadendo l’impegno del movimento che rappresenta nella promozione della legalità, si è mostrata estremamente polemica e critica verso l’Associazione “Libera Contro Le Mafie”, promotrice della campagna Riparte il Futuro, che, a suo giudizio, non è immune da cedimenti verso “personalità politiche poi cadute in inchieste giudiziarie”.

L’Amministrazione Comunale ha altresì ribadito il proprio impegno nelle attività di controllo della discarica di Roncigliano e la contrarietà alla realizzazione di un impianto di incenerimento dei rifiuti. Il Sindaco Nicola Marini ha dichiarato in proposito: “La nostra Amministrazione è da anni impegnata nelle attività di controllo circa il funzionamento della discarica, come dimostra anche la Conferenza di Servizi indetta “in situ” dalla Regione, proprio in seguito alle nostre segnalazioni. Siamo inoltre sollevati dalle recenti dichiarazioni del Presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti che ha affermato come l’inceneritore di Albano non serva. Continueremo comunque a monitorare la situazione dell’impianto, attraverso sopralluoghi dei nostri tecnici e della Polizia Locale”.

Ritirata invece la mozione presentata dal Movimento 5 Stelle con oggetto la richiesta alla Regione Lazio della realizzazione del secondo binario sulla linea ferroviaria FL4 Ciampino – Velletri, al fine di definire un Ordine del Giorno di tutto il Consiglio Comunale da presentare nella prossima seduta.

Print Friendly, PDF & Email