Alessandro Meschino: “Il IV Municipio torni il quartiere di Pasolini”

0
2898
Alessandro Meschino
il candidato al IV Municipio di Roma Capitale con la Lista Civica Alfio Marchini

Mi sapresti raccontare in pochissime parole il territorio del tuo municipio ove ti candidi?

“Il IV municipio ex V è un municipio particolare; è una lingua di terra che si estende da zone fuori il raccordo come Caserosse, fino a zone adiacenti il centro come Portonaccio e Casal Bertone. E’ un municipio schiacciato tra la Nomentata e la Tiburtina, dotato di due grandi polmoni verdi, il Parco Regionale di Aguzzano e il Parco dell’Aniene. E’ sicuramente un territorio storico, che ha dato vita alle storie di Pier Paolo Pasolini. Un territorio in cui al centro della Tiburtina nascevano gli Studi della De Paolis. Un territorio che accoglie giacenze romane e resti preistorici. Un territorio nominato involontariamente da tutti ogni qual volta viene citato il Carcere Penitenziario di Rebibbia.”

Perché hai deciso di candidarti nella tua lista? Verso quali settori rivolgeresti la tua attenzione se eletta? Quali le priorità secondo te per il tuo municipio?

“Come giudichi la nuova legge elettorale di Roma che prevede la doppia preferenza di genere per il Campidoglio e per i municipi? Favorisce davvero le pari opportunità secondo te?”

Cosa ti senti di dire ad un giovane che ancora non ha deciso ne per chi ne se andare a votare? Perché hai deciso di candidarti nella tua lista?”

“Ho deciso di candidarmi con la Lista civica Alfio Marchini perché appoggio il progetto del Movimento di Cittadinanza Romana; condivido i punti sui quali si delinea un progetto di riqualifica oltre che di Roma a 360° anche dei 112 quartieri che l’hanno resa quella che è. Mi piace pensare al fatto che a Roma non esiste un monumento di destra e uno di sinistra, non esiste una buca per strada o un muro sporco che appartengono a qualche colore politico. Roma è Roma e Roma è dei Romani.”

Verso quali settori rivolgeresti la tua attenzione se eletta? Quali le priorità secondo te per il tuo municipio?

“Le mie attenzione vogliono essere rivolte alle scuole e alla condizioni pessime in cui viviono i nostri bambini; le aree verdi visto il patrimonio in cui siamo immersi e sopratutto vorrei concentrarmi sulla disabilità: lotta alle barriere architettoniche e risanamento di quelle gia esistenti. la viabilità è sempre stato un problema…sembra che io vi stai descrivendo una Beirut; il fatto è che il nostro municipio sono parecchi anni che è lasciato a se stesso.”

Come giudichi la nuova legge elettorale di Roma che prevede la doppia preferenza di genere per il Campidoglio e per i municipi? Favorisce davvero le pari opportunità secondo te?

“Viviamo in democrazia e non penso servano leggi che tutelino la partecipazione o meno delle donne; questo lo trovo molto più esclusivo che inclusivo; io penso che qualunque donna voglia dare il suo contributo alla cosa pubblica (e di donne in gamba ce ne sono) devono farsi avanti senza timore e senza una legge che ci obblighi a farlo.”

Cosa ti senti di dire ad un giovane che ancora non ha deciso ne per chi ne se andare a votare? A chi non ha deciso chi votare direi di andarsi ad informare, di contattare chi si espone, di leggere programmi, di inviare idee..insomma di essere attivo.

“A chi pensa di non votare direi che il domani lo costruisci oggi; e se oggi ti tiri indietro per scegliere il TUO domani allora vuol dire che non ti vuoi bene.”

Andrea Titti

Print Friendly, PDF & Email