Anche i Castelli protagonisti dei controlli antidroga

Roma: Controlli antidroga della Polizia di Stato. 16 le persone arrestate e 15 denunciate. Il  primo a finire in manette un giovane di Ariccia

0
242
commissariatoalbano
Commissariato di Albano Laziale

Roma: Controlli antidroga della Polizia di Stato. 16 le persone arrestate e 15 denunciate in stato di libertà per detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti.  Sequestrati oltre 600 grammi di sostanza stupefacente e 9.500 euro. 

Sono stati 31 i pusher individuati dalla Polizia di Stato nel corso della settimana, di cui 16 sono finiti in manette e 15 denunciati in stato di libertà, quasi tutti sono stati fermati durante i controlli per il contenimento del Covid-19.

Il  primo a finire in manette, lunedì scorso (6 aprile ndr), è stato F.A., 24enne di Ariccia, arrestato dagli agenti del Commissariato di Albano Laziale, al quale sono state sequestrate 10 dosi di cocaina e la somma di 150 euro.

Lo stesso giorno C.E., romano di 39 anni, è stato arrestato in via San Giusto, dagli agenti del commissariato Torpignattara insieme a personale del Reparto Volanti, perché trovato in possesso  di circa 4 grammi di cocaina; sequestrata anche la somma di 480 euro.

Nel pomeriggio dello scorso 8 aprile, due pregiudicati romani M.F. di 36 anni e C.V. di 40 anni sono stati fermati dagli agenti del commissariato Tuscolano, durante i servizi di controllo finalizzati al contenimento del Covid-19, in viale Bruno Pelizzi mentre erano a bordo della loro auto; sequestrati  circa 60 grammi hashish e un coltello.

Contemporaneamente in via di Tor Cervara, gli agenti del Reparto Volanti hanno arrestato O.J. nigeriano di 26 anni e denunciato in stato di libertà altri 3 connazionali; l’arrestato alla vista dei poliziotti tentava di disfarsi di un involucro contenente circa 10 grammi di cocaina.

In via Riccardo Morbelli, gli agenti del commissariato Flaminio Nuovo hanno bloccato uno scooter che viaggiava a velocità sostenuta, arrestando il conducente A.F. romano di 22 anni trovato in possesso  di circa 125 grammi di stupefacente, inoltre per il giovane che nei giorni precedenti era già stato sanzionato per le violazioni inerenti le disposizioni per il contenimento del coronavirus è scattata la terza sanzione.

In via dell’Archeologia gli agenti della Polizia di Stato hanno arrestato G.I.V., romeno di 23 anni, al quale sono state sequestrate 46 dosi ci cocaina per un peso complessivo di 26 grammi oltre che sanzionato per inottemperanza al decreto sul contenimento del coronavirus.

Gli agenti della Polizia di Stato del commissariato Viminale hanno arrestato in via circonvallazione Appia, tre uomini, per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, G.S. 29enne romano, S.L 26enne salernitano e R.R. 28enne moldavo, una quarta persona è stata denunciata in stato di libertà. Sequestrati complessivamente 57.42 grammi di metanfetamina, 53.4 grammi di cocaina, 80 grammi  di crack, 26.8 grammi di shaboo, 28 pasticche di ecstasy, 4430 euro e materiale per il confezionamento  delle dosi.

Giovedì scorso, in via Allai, è stato arrestato da una volante della polizia di stato I.D., pregiudicato romano di 24 anni, trovato in possesso di 8 grammi di cocaina.

In via Manfredonia invece, gli agenti del Reparto Volanti hanno arrestato due pusher romani D.M. di 21 anni e F.M. 35 anni, trovati in possesso di 80  dosi di cocaina  per un peso di 80 grammi.

Questa notte in viale Tirreno, L.F. romano di 39 anni è stato trovato con circa 4 grammi di cocaina ed è stato arrestato dagli agenti del commissariato Esquilino.

Infine gli agenti del Commissariato San Basilio, hanno scoperto una base di spaccio in un circolo di via Recanati; arrestato il gestore, V.S. romano di 58 anni,  sequestrate 73 dosi di cocaina e materiale per il confezionamento delle dosi.

Sono 12 invece le persone denunciate in stato di libertà per detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti, tra cui  tre donne. In totale sono stati sequestrati in totale 220 grammi  di stupefacente e cinquemila euro. Tra questi in zona, gli agenti del commissariato Esquilino, hanno denunciato una coppia di giovani italiani che avevano messo su una piccola coltivazione di marijuana nel bagno di casa. Un romano di 39 anni, è stato denunciato ieri, dagli agenti del Commissariato Romanina, in via Bruno Rizzieri, sequestrati circa 20 grammi di sostanze stupefacenti e materiale vario per il confezionamento delle dosi.

Mentre a San Basilio due spacciatori avevano battezzato  “abbacchio” e “ostriche”, la marijuana e la cocaina e ai due è stata sequestrata la somma di tremila euro.

Tutti sono stati sanzionati  ai sensi della normativa sul contenimento del  Covid-19.

Print Friendly, PDF & Email