Anche l’Asd Kick Boxing Danilo Borelli agli europei a Roma

0
2554
kicboxing
Torneo di Kick Boxing a Stazione Birra
kicboxing
Torneo di Kick Boxing a Stazione Birra

Si è disputato lo scorso 10 Aprile presso il noto locale di Morena in Roma, Stazione Birra, il Memorial Sandrino Giampà, valido per il Titolo Europeo di Kick Boxing, K1 Rules. tra  Davide Armanini e Medhi Kada. La giornata di combattimenti è stata organizzata dal Fight Club Roma, ed ha visto tra le società sportive partecipanti anche il Team Danilo Borelli di Albano Laziale.

Buoni i risultati finali ottenuti dagli atleti della società albanense nella categoria Kick Light. Vittoriosa nella categoria dei – 65 kg Francesca Deodati, hanno collezionato la piazza d’onore rispettivamente, Mirko Di Cintio nei – 69 kg, Marco Perna – 65 kg e Matteo Aitoro.

kickboxing
Asd Kick Boxing Danilo Borelli

Tra gli atleti di punta della palestra del maestro Danilo Borelli, nella categoria K1 Pro, 91 kg, c’era il giovane Alex Santelli, di cui abbiamo ascoltato le emozioni ed il commento relativo alla pratica di questo sport.

“Ho iniziato all’età di 13 anni – ci dice Alex – un ragazzino vivace ed introverso, senza valvole di sfogo. Mi sono, così, avvicinato agli sport da combattimento, nella palestra del mio Maestro Danilo Borelli che mi ha insegnato a tirare di calcio e di pugno, ma anche la lealtà, la correttezza, il rispetto e la determinazione.. In un solo concetto, a combattere.! Da lì ho cominciato a praticare la Kick boxing in diversi tornei dilettantistici dove ho riportato ottimi risultati. Nasce così questa grande passione che pratico tutti i giorni con l’obiettivo di vincere più matches possibili per raggiungere un sogno, con accanto il mio Maestro, di un titolo iridato.

Con la mia palestra – continua Alex – ho un ottimo rapporto. È diventata come una seconda casa, dove trovo amici veri, che mi supportano, che condividono i miei stessi ideali ed obiettivi”.

Ci puoi commentare il tuo incontro a Stazione Birra?

“Prima del match la tensione è altissima, la concentrazione aumenta attimo dopo attimo. Ti vengono in mente la fatica, la dieta, i sacrifici, gli infortuni che giorno per giorno hai dovuto affrontare per arrivare fin lì. Vuoi solo che l’attesa finisca Vuoi solo entrare dentro il ring per fare ciò per cui, forse, sei nato: combattere. Fin dalle prime battute del match sono esploso, mi sentivo bene e sicuro delle mie potenzialità. Ho affrontato il mio avversario senza mai cedere di un passo A parere mio, del mio angolo e della maggioranza dei presenti. Vinco 2 riprese su tre ma il verdetto è un pari. Consapevole di aver dato tutto, esco dalle corde a testa alta e soddisfatto, Più determinato che mai, verso il mio, il nostro obiettivo: il sogno”.

Print Friendly, PDF & Email