Andreotti a sostegno del Ddl Rodotà sui beni comuni

Grottaferrata, il Sindaco Andreotti in campo per il Ddl Rodotà sulla tutela dei beni comuni. Il suo intervento ad un'iniziativa il 10 novembre a Roma

0
63
comitato_rodota
Comitato Rodotà

Il sindaco di Grottaferrata, Luciano Andreotti interverrà domenica 10 novembre presso l’Aula Magna della Facoltà Valdese (via Pietro Cossa 40 a Roma) all’assemblea nazionale del #ComitatoRodotà a sostegno della campagna dal titolo #GenerazioniFuture. L’iniziativa alla quale il primo cittadino grottaferratese ha dato la propria adesione lo scorso anno, arriva al termine della campagna che ha portato alla raccolta di oltre 50mila firme a sostegno della legge di iniziativa popolare sui beni comuni (DDL Rodotà), sottoscrizione presentata regolarmente alla Camera dei Deputati.

DOMENICA 10 NOVEMBRE: PROGRAMMA DELLA GIORNATA

L’inizio dei lavori è previsto per le 10:00, e la conclusione alle 17:00.In scaletta numerosi interventi dei vari promotori istituzionali, per lo più amministratori pubblici, consiglieri comunali, assessori da tutta Italia tra i quali rappresentanti dei Comuni di Torino, Napoli e Catania. Dalla Regione Lazio, oltre al primo cittadino di Grottaferrata, parteciperanno la consigliera regionale Marta Leonori e la consigliera comunale di Roma, Giulia Tempesta. L’obiettivo della giornata è duplice: fare il punto della situazione dei Beni Comuni in Italia e continuare a costruire il supporto adeguato all’iter parlamentare affinchè il DDL Rodotà, e la riforma del codice civile in esso contenuta, possa diventare legge.

Il programma è stato impostato su 4 sessioni che renderanno possibile un ragionamento globale sui Beni Comuni e sul DDL Rodotà, come prospettiva politica nazionale e locale.
“Sulla questione beni comuni area di intervento molto vasta e comprensiva di varie aree tematiche noi nella campagna elettorale per le Amministrative a Grottaferrata abbiamo tracciato un percorso identificandolo con i cosiddetti I luoghi dell’abbandono pubblici e privati e su questo ci stiamo impegnando fortemente. Nel mio intervento porterò all’attenzione dell’assemblea questi temi e l’individuazione degli strumenti necessari compresi nel decreto Rodotà per riportarli al godimento e utilizzo delle comunità” ha preannunciato il sindaco Andreotti.

Print Friendly, PDF & Email