Anestesisti Cassino e Sora, interrogazione di Ciacciarelli in Regione

Sanità. Carenza anestesisti a Cassino e Sora. Pasquale Ciacciarelli della Lega interroga Nicola Zingaretti e Alessio D'Amato

0
199
ciacciarelli
ciacciarelli

“SANITA’. CARENZA ANESTESISTI A CASSINO E SORA. CIACCIARELLI (LEGA) INTERROGA ZINGARETTI E D’AMATO

Da diversi giorni le operazioni chirurgiche, presso le strutture ospedaliere di Cassino e Sora, sono state sospese, per la mancanza di anestesisti, comportando la sospensione della chirurgia ordinaria o programmata; Per quanto riguarda la chirurgia oncologica non si possono più operare i tumori, se non quelli urgenti; Questo blocco delle chirurgie, assolutamente censurabile, comporta una perdita di tempo prezioso, che le patologie oncologiche non concedono. Non si possono effettuare gli interventi chirurgici programmati dopo chemioterapia neoadiuvante, che serve a ridurre la massa tumorale prima dell’intervento, con relativa diminuzione del rischio per il paziente, facilitando l’intervento chirurgico e favorendo la guarigione; le criticità riguardano anche la chirurgia ordinaria, quella delle Breast unit, che tratta patologie benigne e maligne della mammella, la chirurgia ortopedica, quella ginecologica ed urologica. La situazione generale, in entrambe le strutture ospedaliere, è estremamente seria, che pone l’assistenza sanitaria sul territorio, ben al di sotto dei livelli minimi di efficienza ed efficacia delle cure e della appropriatezza delle prestazioni sanitarie. Le Rianimazioni di Cassino e Sora restano aperte solo grazie agli enormi sacrifici del Personale presente che addirittura sta rinunciando alle ferie. La grave carenza in organico di medici anestesisti, non è certamente nata all’improvviso, come evento eccezionale e imprevedibile, essendo ben note da tempo lo stato dell’organico di queste figure professionali, in entrambi gli ospedali. addirittura, con la nota 61639 del 13/07/2020  gli uffici dell’ospedale di Cassino hanno comunicato di dover rifiutare i pazienti chirurgici fratturati e di doverli trasportare in altre strutture ospedaliere diverse da Cassino;  Ho quindi chiesto,  con un’interrogazione urgente a Zingaretti e D’Amato, quali urgenti e non più differibili provvedimenti, la Regione Lazio intende assumere, per assicurare un adeguato e sufficiente numero di anestesisti, presso le strutture ospedaliere di Cassino e Sora  e per ripristinare le normali attività chirurgiche per i pazienti.” Così, in una nota, il consigliere regionale del Lazio Pasquale Ciacciarelli (Lega)

Print Friendly, PDF & Email