Anfiteatro Festival, gli appuntamenti del weekend

Gli appuntamenti del primo fine settimana di Agosto all'Anfiteatro Festival di Albano Laziale da venerdì 3 a domenica 5 agosto 2018

0
482
orchestraccia
Orchestraccia
nomadi
Nomadi

Ecco gli eventi del fine settimana all’Anfifeatro Festival 2018

I Nomadi il 3 agosto all’Anfiteatro Festival di Albano

I Nomadi in concerto all’Anfiteatro Festival di Albano venerdì 3 agosto. La storica formazione emiliana, fondata da Beppe Carletti e Augusto Daolio nei primi anni sessanta, fa tappa nella cittadina laziale con il suo tour Tutta la vita, con il quale festeggia i 55 anni di carriera. Per  l’occasione i Nomadi hanno registrato anche un doppio album contenente i loro maggiori successi.

Molte sono le canzoni del gruppo divenute cult della musica italiana, tra queste Ti voglio, Io voglio vivere, Un pugno di sabbia, Crescerai e  Io vagabondo del 1972, ribelle e anticonformista, vero e proprio inno di libertà. E’ datata 1965 l’uscita del  loro primo 45 giri dal titolo Donna la prima donna  e a partire dal 1966 inizia la collaborazione con Francesco Guccini che imprime un cambiamento decisivo alle tendenze musicali dell’epoca. Nascono così brani quali Noi non ci saremo, Dio è morto, Per fare un uomo.

Diverse sostituzioni all’interno della formazione – alcune molto dolorose, come quella di Augusto Daolio, ispiratore e anima dei Nomadi,  prematuramente scomparso nel 1992 – non scalfiscono la linfa vitale del gruppo più longevo d’Italia che continua a crescere, a rinnovarsi e ad essere ispirazione per più di una generazione.

celestini
Ascanio Celestini

Ascanio Celestini  il 4 agosto all’Anfiteatro Festival di Albano

Sabato 4 agosto sul palco dell’Anfiteatro Festival di Albano in scena Ascanio Celestini con  La Ballata dei senza tetto. E’ l’ultimo di tre spettacoli dell’autore che seguono il filo di un’unica drammaturgia, nata con Laika e proseguita con Pueblo. Molti personaggi, alcuni presi in prestito dai precedenti  spettacoli, si muovono nel medesimo ambiente. Donne e uomini che animano i parcheggi, i supermercati, i magazzini  tra realtà e immaginazione. Figure che compaiono e scompaiono, pezzi strappati a una storia e inseriti in un’altra. Tornano la cassiera del supermercato di Pueblo, la vecchia di Laika che va a fare la spesa con la prostituta e la donna con la testa impicciata, il magazziniere, Giobbe l’analfabeta. Una narrazione, quella del drammaturgo romano,  cruda, surreale, che fotografa gli ultimi e propone ciò  che conosce, partendo dai quartieri periferici della capitale.  Una interpretazione scarna, ficcante, pochi i movimenti del corpo, essenziale la scenografia.

L’Orchestraccia  il 5 agosto all’Anfiteatro Festival di Albano

Domenica 5 agosto l’Orchestraccia sale sul palco dell’Anfiteatro Festival di Albano, la rassegna  organizzata da Europa Musica, con la direzione artistica di Renzo Renzi, all’interno della zona archeologica della cittadina laziale.  Attori, cantautori, musicisti insieme in un gruppo aperto, alla ricerca di una forma innovativa di spettacolo, in bilico tra teatro e musica: questo è l’Orchestraccia.  Una formazione folk che riscopre e reinterpreta brani, poesie  e scritti della tradizione romana dell’800 e del ‘900 con uno sguardo  anche al panorama nazionale, lasciando spazio a  inediti di grande presa. Canzoni storiche come Alla renella o Nina si voi dormite, La società de li magnaccioni, Quanto sei bella Roma, Lella,  attraverso  arrangiamenti mirati,  acquistano  nuova linfa così come le  poesie del Belli o di Pascarella e le ballate d’amore dell’ottocento.   Una band disordinata itinerante e creativa che ama condividere il palco con altri amici, improvvisare insieme. I suoi componenti sono  Marco Conidi, Edoardo Pesce, Luca Angeletti, Giorgio Caputo, Gianfranco Mauto, Salvatore Romano, Fabrizio Lo Cicero, Gianluca D’Alessio  ai quali si  aggiungono di volta in volta tanti altri artisti del panorama italiano.

 

Print Friendly, PDF & Email