Anzio, intimidazione allla consigliera Lina Giannino

La solidarietà dopo le intimidazioni di cui è stata oggetto il consigliere comunale del Partito Democratico di Anzio Lina Giannino

0
79
comune_anzio
Comune di Anzio

ANZIO, LEODORI: CLIMA PREOCCUPANTE, SOLIDARIETA’ A GIANNINO

 “L’ennesima intimidazione contro la consigliera comunale del Partito democratico, Lina Giannino, è un episodio gravissimo che denota un clima preoccupante che si respira nella città di Anzio”. E’ quanto scrive in una nota il vice presidente della Regione Lazio, Daniele Leodori, in merito al proiettile recapitato questa mattina alla consigliera Giannino.

 “Siamo al fianco di Lina Giannino, di chi combatte ogni giorno per la legalità e la trasparenza, di chi – aggiunge Leodori – è vittima di intimidazioni e azioni criminali. L’intervento del Prefetto e quello della Commissione parlamentare Antimafia – conclude – appaiono non più procrastinabili”. Lo rende l’Ufficio di Presidenza della Regione Lazio.

ANZIO, BONAFONI (LISTA ZINGARETTI): “VICINANZA A LINA GIANNINO, ANTIMAFIA INTERVENGA”

“Voglio esprimere la mia più sincera vicinanza e solidarietà alla Consigliera del PD del Comune di Anzio, Lina Giannino, ancora una volta bersaglio e vittima di un atto criminale.

La Consigliera, già in precedenza colpita – da ultimo nella vicenda del luglio scorso in cui scritte ingiuriose ed offensive a suo carico erano state scoperte lungo i muri della cittadina, ma a cui erano anche state squarciate le gomme della propria vettura – si è vista recapitare una busta contenente un proiettile.

Una vicenda molto grave che evidenzia quanto la criminalità presente e operante lungo il litorale laziale ed in particolare ad Anzio, non si faccia scrupolo continuando invece ad agire con violenza e prepotenza, diffondendo paura e avanzando minacce.

Mi auguro che gli inquirenti – prontamente informati della vicenda – e la magistratura possano far luce su quanto accaduto in queste ore e sui fatti pregressi, per fare in modo che condotte del genere non vengano più ripetute. Sostengo inoltre la proposta del Senatore Bruno Astorre sull’apertura di un’inchiesta alla Commissione Parlamentare Antimafia, per fare chiarezza in merito all’operato dell’Amministrazione comunale e della Giunta De Angelis.

Dobbiamo rispondere in maniera coesa, forte e incisiva contro la mafia, ad Anzio e nell’intero territorio”.

Così in una nota la Consigliera del Lazio Marta Bonafoni, Capogruppo della Lista Civica Zingaretti.

ANZIO/MATTIA (PD): “LA MIA SOLIDARIETA’ A LINA GIANNINO: ONORE A CHI DIFENDE LA LEGALITA’”

“L’atto intimidatorio di cui è stata vittima Lina Giannino, donna e professionista impegnata da anni in politica, è un fatto estremamente grave, che deve vederci tutti uniti e solidali sul tema della legalità sul litorale Laziale. E’ la seconda volta che la capogruppo del Pd nel Consiglio comunale di Anzio è bersaglio di gesti così vili, segno evidente dell’efficacia delle attività che porta avanti nel suo territorio. Ma, sono certa, che non si lascerà intimorire e che con onore e coraggio continuerà a portare avanti la sua missione a servizio dei cittadini. Mi auguro che tutte le altre forze politiche sane reagiscano a sostegno della Giannini, che può già contare sul supporto dei democratici e delle persone per bene che credono ancora nei valori della legalità e della giustizia”. Così, in una nota, Eleonora Mattia, Presidente della IX Commissione del Consiglio regionale del Lazio.

angelo_pugliese
Angelo Pugliese

Pugliese: “La mia personale solidarietà a Lina Giannino”

“Intendo esprimere la mia personale solidarietà di iscritto semplice di Italia Viva Anzio (nonché ex segretario del circolo del Pd Anzio centro storico “Angelo Vassallo” tra il 2010 e il 2013) alla consigliera comunale del Partito Democratico di Anzio, Lina Giannino, a seguito della scoperta  in una busta indirizzata all’Ufficio Protocollo del Comune di Anzio  contenente un proiettile, che rappresenta una grave minaccia non solo alla consigliera stessa ma a tutto l’arco costituzionale rappresentato nel Consiglio Comunale della città neroniana, di maggioranza e di opposizione.

Molte differenze di approccio e di toni politici  e personali mi dividono dalla consigliera Giannino in questa fase storica ma è necessario essere tutti uniti quando in gioco vi è la tenuta stessa del tessuto democratico, specie in una fase particolarmente drammatica per la nostra città e per il Paese, come quella rappresentata dalla emergenza Covid19.

L’auspicio è che le indagini degli organi di polizia possano fare presto luce sui responsabili di questo atto e che si interrompa così questo clima di “terrore” che non è mai stato tipico della città di Anzio”. Lo dichiara Angelo Pugliese, iscritto Italia Viva Anzio già segretario circolo Pd Anzio centro storico.

REGIONE: CIOFFREDI, “SOLIDARIETA’ E VICINANZA A LINA GIANNINO”

“Esprimo tutta la  mia solidarietà alla consigliera comunale di Anzio, Lina Giannino vittima di una gravissima intimidazione. Sono certo che il suo impegno per la legalità non arretrerà. Cosi come sono certo che tutta la comunità saprà stringersi  attorno alla consigliera Giannino nella consapevolezza che chi osa colpire un rappresentante dei cittadini ferisce la democrazia rappresentativa.

Il territorio di Anzio, Nettuno ed Ardea è da decenni interessato dal radicamento delle mafie, tra queste organizzazioni spicca la ‘ndrangheta con la locale dei Gallace e  la presenza di una “cellula” dei Bellocco di Rosarno di cui alcuni importanti esponenti residenti nel litorale romano sono coinvolti nell’inchiesta sul narcotraffico  “Magma” della Dda di Reggio Calabria.

Negli ultimi tre anni sono numerosi gli attentati e le intimidazioni: due hanno colpito persino la Guardia di Finanza e la Polizia di Stato, otto amministratori e consiglieri  e funzionari comunali, sette ad attività commerciali ed imprenditoriali.

In questo contesto nulla può essere sottovalutato e siamo fiduciosi che la risposta dello Stato continuerà ad essere robusta così come lo è stata in questi anni”.

Lo dichiara Gianpiero Cioffredi, Presidente dell’Osservatorio per la Sicurezza e la Legalità della Regione Lazio.

ANZIO, AURIGEMMA(FDI)” SOLIDARIETÀ A GIANNINO SENZA SE E SENZA MA”

“Vogliamo rivolgere la totale solidarietà alla consigliera comunale ad Anzio Lina Giannino per il vile atto intimidatorio. Auspichiamo che le autorità competenti trovino il prima possibile gli autori di questo gesto che va condannato senza se e senza ma. Lo dichiara il consigliere di Fratelli d’Italia della regione Lazio Antonello Aurigemma, che aggiunge:

“Il sindaco Candido De Angelis insieme all’amministrazione comunale sta portando avanti un gran lavoro, e per questo lo invito a continuare la sua opera di buon governo, lasciando agli altri le chiacchiere e le sterili strumentalizzazioni, che davvero non servono a nulla e a nessuno”. Lo rende noto Antonello Aurigemma.

De Micheli e Purger di Italia Viva Litoranea Sud: “Solidarietà e vicinanza a Lina Giannino”

“Italia Viva esprime tutta la solidarietà e vicinanza al consigliere comunale del Pd Lina Giannino, per l’episodio avvenuto ad Anzio e manifesta la piena fiducia nelle Autorità competenti affinché venga al più presto fatta chiarezza su eventi che, come questo, turbano la tranquillità generale e l’immagine della Città. In tal senso appare apprezzabile come pronta risposta la convocazione un Consiglio comunale straordinario per dibattere il tema della legalità”. Lo dichiarano i coordinatori di Italia Viva Litoranea Sud Gianni De Micheli e Donatella Purger.

BELLA (M5S) “SOLIDARIETÀ A LINA GIANNINO E A TUTTI I CONSIGLIERI COMUNALI D’ITALIA”

“Ho voluto esprime, in un intervento alla Camera dei Deputati, la mia solidarietà alla consigliera comunale di Anzio Pina Giannino che venerdì scorso ha subito una vile intimidazione vedendosi recapitare una busta contenente un proiettile.” – Così Marco Bella, deputato del Movimento 5 stelle in un post su facebook – “I consiglieri comunali sono il vero baluardo delle istituzioni. Molti cittadini non sanno che in un comune di 50-60 mila abitanti come Anzio i consiglieri comunali guadagnano anche meno di cento euro al mese ma a fronte di questo sono i primi ad essere a contatto con i cittadini e a vedere gli effetti e le criticità delle leggi che dal Parlamento emaniamo”- Prosegue il pentastellato – “ ho chiesto al Parlamento, alle forze dell’ordine e a tutti gli enti preposti di mettere in atto tutte le azioni possibili per tutelare i nostri consiglieri comunali che sono un patrimonio comune a difesa del nostro paese”. Lo dichiara Marco Bella,

Print Friendly, PDF & Email