4 NOVEMBRE, GROTTAFERRATA E LA GRANDE GUERRA PATTO D’AMICIZIA COL COMUNE DI POZZUOLO DEL FRIULI

Tutti gli eventi in città in occasione della Giornata dell’Unità Nazionale e delle Forze Armate

Sabato 4 novembre 2017, nella ricorrenza della “GIORNATA DELL’UNITA’ NAZIONALE E DELLE FORZE ARMATE”, l’Amministrazione Comunale di Grottaferrata promuove un’Assemblea Pubblica con la presenza di una delegazione del Comune di Pozzuolo del Friuli. Infatti, dopo il dramma di Caporetto, molte famiglie di Grottaferrata accolsero ed ospitarono numerosi nuclei familiari di cittadini provenienti dalle regioni del Nord-Est invase dagli eserciti austro-germanici. Tra questi nuclei trovò ospitalità, nella celebre Abbazia di San Nilo, anche l’intera Scuola Agraria di Pozzuolo del Friuli. A cento anni da quei tragici avvenimenti, il Comune di Grottaferrata e il Comune di Pozzuolo del Friuli, con la sua antica Scuola Agraria, intendono ricordare e rinnovare i legami di solidarietà e di fratellanza che hanno unito le due comunità in quell’ora terribile, affinché siano d’insegnamento e monito per le presenti e per le future generazioni. Il programma della manifestazione prevede, alle ore 10,00, la deposizione di una corona d’alloro presso il Monumento ai Caduti in Piazza Cavour e – a seguire – la deposizione di una seconda corona d’alloro presso il Parco della Rimembranza in località Squarciarelli, alla presenza delle autorità civili, militari e religiose.
Alle ore 11,00, presso il cinema Alfellini, avrà luogo un’Assemblea Pubblica, con interventi, testimonianze, foto e documenti storici sul tema “Grottaferrata e la Grande Guerra”.
A conclusione dell’Assemblea Pubblica, avverrà lo scambio del “Patto di Amicizia” tra le due comunità, e la consegna di un attestato all’antica Scuola Agraria.

MARINO RICORDA I SUOI CADUTI NEL CENTENARIO DELLA PRIMA GUERRA MONDIALE

Sabato 4 novembre 2017 Corteo cittadino e Cerimonia di commemorazione

Avrà luogo sabato 4 novembre 2017 la manifestazione promossa dal Comune di Marino in occasione del 99° anniversario della fine della 1^ Guerra Mondiale, della Giornata dell’Unità Nazionale e della Festa delle Forze Armate. L’iniziativa ha ricevuto il logo dalla Struttura di Missione per gli anniversari di interesse nazionale della Presidenza del Consiglio dei Ministri ed è inserita nel programma ufficiale delle Commemorazioni per il Centenario della Prima Guerra Mondiale. Alle ore 10,00 partirà da Palazzo Colonna il Corteo, preceduto dal Concerto Filarmonico “E. Ugolini” diretto dal M° Roberto Carmine Scura, che vedrà la partecipazione del Sindaco Carlo Colizza, degli Assessori e dei Consiglieri Comunali unitamente alle altre autorità civili, militari e religiose convenute. Interverranno anche i rappresentanti delle Associazioni A.N.P.I. e A.N.P.P.I.A. Il Corteo percorrerà il centro storico della città fino ad arrivare a piazzale degli Eroi dove, alle 10.30 si terrà la Cerimonia di commemorazione ufficiale con la deposizione della corona d’alloro presso il Monumento ai Caduti. “In vista della importante ricorrenza l’Amministrazione comunale – ha dichiarato il Sindaco – ha avviato un’opera di bonifica, di pulizia e di sistemazione dei cosiddetti “luoghi della memoria” per permetterne la fruizione da parte dei cittadini. Presso il Barco Colonna, infatti, esiste un luogo di grande interesse storico, meglio conosciuto come Parco della Rimembranza, dove è stata posta una lapide in marmo, realizzata nel 1927, contenente i nomi di 120 caduti nella Prima Guerra Mondiale, che negli anni è stato abbandonato all’incuria”.

CELEBRAZIONE DELLA GIORNATA DELL’UNITA’ NAZIONALE E DELLE FORZE ARMATE A ROCCA PRIRA

4 Novembre h.8:00 – Domenica 5 Novembre corteo e deposizione di una Corona con l’Associazione Nazionale Combattenti e Reduci

Sabato 4 Novembre si celebrerà la Giornata dell’Unità Nazionale e delle Forze Armate. II 4 novembre è l’anniversario dell’entrata in vigore dell’armistizio di Villa Giusti del 1918, con il quale si fa coincidere in Italia la fine della Prima guerra mondiale. “Un’occasione per riflettere e fare in modo che il passato, la storia, ci sia di insegnamento per il presente e per il futuro – spiega il Sindaco Damiano Pucci – Nella giornata di oggi ci stringiamo a tutte quelle famiglie a cui la guerra ha portato via un parente o un antenato. Ribadiamo il sostegno, altresì, alle nostre Forze Armate impegnate su diversi fronti con il fine di ristabilire uguaglianza, solidarietà e tolleranza”. Domenica 5 Novembre, l’Associazione Nazionale Combattenti e Reduci, sezione di Rocca Priora, con il patrocinio del Comune di Rocca Priora, ricordano e onorano la memoria dei Caduti per la Patria con un raduno (Largo Pallotti, ore 9.30) che si snoderà in corteo (dalle ore 10.00) fino alla Chiesa di Santa Maria Assunta in Cielo. Alle ore 10.30 verrà celebrata la Santa Messa e alle ore 11.30 è prevista la deposizione di una Corona al Monumento dei Caduti con commemorazione. Alle ore 12.30 è in programma, invece, la deposizione di una Corona al Monumento dei Caduti di Colle di Fuori con commemorazione. Le celebrazioni saranno accompagnate dalla Banda Musicale Corbium di Rocca Priora, diretta dal M° Federico Cecchini. “L’Associazione Nazionale Combattenti e Reduci di Rocca Priora è il nostro patrimonio di storia e cultura – conclude Federica Lavalle, Assessore alle Politiche culturali di Rocca Priora. – La loro testimonianza in commemorazioni come quelle del 4 Novembre ci invita ad evitare la retorica: non serve innalzare muri o alzare la voce, una pacifica convivenza e un aperto dialogo debbono essere i valori da trasmettere alle nuove generazioni”.

NEMI FESTEGGIA IL 4 NOVEMBRE E CONSEGNA CON ORGOGLIO LA CITTADINANZA ONORARIA AL BATTAGLIONE NEMI.

3 Novembre h. 23:30  – L’ Amministrazione Comunale proprio nella volontà di festeggiare il 4 novembre e al fine di consentire la partecipazione all’evento a tutti i giovani frequentanti le scuole di Nemi, ha organizzato nella giornata di venerdì 3 novembre le celebrazioni per la Giornata dell’Unità Nazionale e delle Forze Armate. L’Amministrazione Comunale di Nemi ha  consegnato, in questa giornata, anche la cittadinanza onoraria alla bandiera del Battaglione Nemi, deliberata dal Consiglio Comunale per i meriti che lo stesso ha dimostrato in occasione delle operazioni di soccorso condotte nelle zone colpite dal sisma, della tua terra, lo scorso Agosto 2016. Alle celebrazioni hanno presenziato le autorità militari il Picchetto d’onore del VI Reggimento Genio Pionieri Battaglione Nemi, per testimoniare in modo diretto ai giovani, il senso dello Stato, lo spirito di servizio, i valori della Patria e della solidarietà tra gli uomini, che hanno da sempre contraddistinto l’Arma del Genio. “La speranza è che su queste basi i nostri giovani fondino la società del futuro. Sono orgoglioso – aggiunge il Sindaco di Nemi Alberto Bertucci – di conferire questa cittadinanza un esempio per tutta la collettività e per questo territorio. Coinvolgere gli studenti di Nemi è un modo per dare ai più giovani un esempio di valori ed impegno che sono al centro dell’impegno civico e rispetto verso gli altri e verso il proprio territorio”.

MARINO CELEBRA LA GIORNATA DELL’UNITA’ NAZIONALE E LA FESTA DELLE FORZE ARMATE

9 novembre h.13:30 – Si è svolta sabato 4 novembre la Cerimonia di commemorazione per i Caduti della prima Guerra mondiale. L’Amministrazione comunale ha partecipato insieme alla comunità marinese al Corteo che ha raggiunto Piazza degli Eroi. Il Sindaco Carlo Colizza, dopo aver deposto una corona di alloro in memoria dei caduti ha aperto la commemorazione ufficiale  sottolineando l’importanza della libertà e del rispetto dello Stato, ricordando coloro che hanno sacrificato la propria vita per questi valori, senza dimenticare di elogiare il coraggio di coloro che oggi svolgono questo compito: le Forze Armate. In seguito sono intervenuti il Presidente dell’A.N.P.P.I.A. Leopoldo Martini e uno degli ultimi eroi di Cefalonia ancora in vita, il plurimedagliato Alberto di Bernardini che grazie alle loro testimonianze hanno fatto rivivere ai presenti le emozioni più vere e tristi della guerra. Guerra che ha condannato fermamente anche il Parroco della Chiesa della Santissima Trinità Don Faustino nella sua preghiera in suffragio delle vittime. Il Sindaco ha poi preso parte alla manifestazione promossa da Fratelli d’Italia, alla quale era stato invitato, che si è svolta presso la Lapide ai Caduti marinesi della Prima Guerra Mondiale che si trova al Barco Colonna, in mezzo al Bosco Ferentano, oggetto di bonifica e di sistemazione nei giorni antecedenti la ricorrenza da parte del Comune di Marino, bonifica alla quale hanno voluto partecipare anche i membri di F.lli d’Italia e che è stata apprezzata dai cittadini presenti. Qui,  insieme al Consigliere Regionale di Fratelli d’Italia Giancarlo Righini e al portavoce del Partito territoriale Stefano Marconi, alla presenza del bersagliere trombettista Marino Martella, hanno  deposto una corona simbolica sottolineando il valore della patria che non conosce colori politici.

Lariano, L’Amministrazione comunale ha celebrato la Festa delle Forze Armate e dell’Unità Nazionale

10 Novembre h.21:00 – Il sindaco Maurizio Caliciotti:” Onorare il 4 Novembre significa riconoscere il sacrificio di tanti uomini e tante donne che con grande coraggio hanno pagato con la loro vita per quei diritti di Democrazia e Libertà di cui noi oggi godiamo”. In tutta la Penisola, il 4 Novembre si è festeggiata la Giornata delle Forze Armate e dell’Unità Nazionale. A Lariano l’amministrazione comunale guidata dal sindaco Maurizio Caliciotti ha organizzato una intensa e significativa cerimonia per l’importante ricorrenza storica. La mattina del 4 novembre i festeggiamenti hanno preso il via con un corteo breve composto dalle autorità civili e militari e vari gruppi associativi che si sono recati presso la Parrocchia di Santa Maria Intemerata, dove Padre Felix ha officiato la Santa Messa. Dopo la messa il Corteo si è incamminato presso il monumento ai Caduti in Piazza Santa Eurosia. Tra le note de “Il Silenzio” è stata posizionata una corona d’alloro al monumento ai caduti dove il Sindaco Caliciotti ha reso gli onori. Poi la benedizione al monumento dei caduti a cura di Padre Felix. Presente la giunta comunale di Lariano con in testa il sindaco Maurizio Caliciotti. Presente il presidente del Consiglio comunale Leonardo Caliciotti. Presente il consigliere Enrico Romaggioli del gruppo di opposizione Insieme per Cambiare Lariano. Presente poi la rappresentanza della Polizia Locale, rappresentanza dell’Arma dei Carabinieri e Forestale, Polizia di Stato, Guardia Di Finanza, al Gruppo Comunale Protezione Civile e all’Associazione Volontariato per la Protezione Civile Santarsiero, Associazione nazionale Carabinieri sezione di Lariano, Associazione Nazionale Finanzieri di Velletri, l’associazione Paracadutisti sezione di Velletri, oltre a varie altre realtà associative civili e d’arma. C’è stato durante la cerimonia l’Inno di Mameli. E’ intervenuto con il discorso solenne il sindaco di Lariano Maurizio Caliciotti: che ha affermato” Onorare il 4 novembre significa riconoscere il sacrificio di tanti uomini e di tante donne che con grande coraggio hanno pagato con la loro vita per quei diritti di Libertà e Democrazia di cui noi oggi godiamo e che erroneamente in molte occasioni sottovalutiamo. Siamo qui riuniti, per richiamare simbolicamente un passato, che non dobbiamo mai dimenticare e lo dico soprattutto ai nostri ragazzi, traendo da questi momenti di ricordo un insegnamento profondo e importante, oggi più che mai necessario. La data del 4 novembre celebra l’Unità Nazionale ma è anche la giornata dedicata alle Forze Armate, sempre più impegnate a garantire la sicurezza sul territorio nazionale e in territori lontani con operazioni internazionali di pace. A loro va il ringraziamento di tutti noi per la grande professionalità, l’abnegazione e la dedizione con le quali svolgono quotidianamente il loro importantissimo lavoro di difesa e di garanzia della sicurezza e che oggi li vede anche duramente impegnati nella lotta al terrorismo”. Nella parte finale del discorso il primo cittadino di Lariano ha sottolineato:” Rivolgendomi ai presenti, e in particolare ai giovani, auspico che in tutti sia sempre vivo l’amore per la nostra Patria, non come egoistico nazionalismo, ma come l’espressione di fratellanza e nello stesso tempo di apertura al dialogo e al confronto. Mi piace credere che il ricordo dei nostri concittadini, di tutti i Caduti combattendo per difendere la Pace e la Patria, serva a stimolarci nell’impegno quotidiano all’interno delle nostre famiglie, della comunità larianese e della società intera, con la fiduciosa certezza che la giustizia e la pace possano e debbano essere raggiunte per il bene di ogni persona e di ogni nazione” Il sindaco Caliciotti ha ringraziato per la loro presenza gli Assessori, il Presidente del Consiglio comunale e tutti i Consiglieri; l’Arma dei Carabinieri e la Forestale, la Polizia di Stato, la Polizia Locale, la Guardia di Finanza, la Dirigente della Casa Circondariale di Velletri; il Parroco Padre Vincenzo Molinaro, Padre Felix, l’Associazione Nazionale dei Carabinieri sezione di Lariano, l’Associazione Nazionale Finanzieri sezione di Velletri; l’Associazione Paracadutisti sezione di Velletri; tutte le Associazioni e i Comitati, oggi presenti con i loro Labari, i gruppi scout e tutti i ragazzi presenti; un ringraziamento alle Onoranze Funebri De Marchis per aver offerto la corona d’alloro e al fonico Alessandro Di Stazio per l’assistenza audio.

Print Friendly, PDF & Email