Ariccia celebra le donne lottando contro la violenza

La giornata della donna a Palazzo Chigi di Ariccia si celebra illustrando il percorso del protocollo tra Procura di Velletri, Asl Roma 6 e Comuni

0
323
8marzoariccia
8 Marzo Ariccia

Si è svolto questa mattina, nella Giornata internazionale della donna, all’interno della sala Maestra del Palazzo Chigi di Ariccia gremita di studenti, donne, cittadini della Asl Roma 6 e forze dell’ordine, l’incontro “Per non dimenticare”. Obiettivo, sensibilizzare l’opinione pubblica sul tema della violenza contro le donne e presentare i risultati di un anno di stretta collaborazione fra Regione Lazio, Asl Roma 6 e Procura della Repubblica di Velletri, che lo scorso 8 marzo hanno firmato il protocollo operativo per il contrasto agli abusi.

All’evento, promosso dal Comune di Ariccia, sono intervenuti il Sindaco Roberto Di Felice, il Direttore generale della Asl Roma 6 Narciso Mostarda, il Procuratore della Repubblica di Velletri Francesco Prete, il Presidente del Tribunale di Velletri Mauro Lambertucci, il Magistrato Cristiana Macchiusi, il Garante regionale per l’infanzia Jacopo Manzetti, l’Avvocato Scifoni in rappresentanza dell’Ordine degli avvocati di Velletri e il Sindaco di Velletri, Orlando Pocci.

“Nel 2018 sono state uccise in Italia oltre 100 donne e dall’inizio del 2019, giá in dieci hanno perso la vita per mano del compagno, ex marito o fidanzato. La presenza, oggi, di tanti ragazzi e ragazze dei licei del territorio dà speranza per il futuro: è da loro che dobbiamo ripartire per creare una nuova cultura dell’affettività, orientata al rispetto e all’equilibrio”, ha detto Narciso Mostarda. “Sono molto orgoglioso dell’apertura dei primi tre centri anti violenza della Asl Roma 6 – a Nettuno, all’Ospedale Spolverini di Ariccia e all’interno della Casa della Salute di Rocca Priora – frutto del lavoro di squadra di Asl Roma 6, Regione Lazio e Procura di Velletri. Le vittime avranno a disposizione ulteriori presidi di prossimità in cui trovare conforto, ascolto e tutela”. Tra le associazioni che aderiscono e partecipano al protocollo figura anche Emotivazione il cui Presidente Luigi Iavarone, presente questa mattina all’evento di Palazzo Chigi, ha dichiarato a Meta Magazine “Siamo onorati che istituzioni importanti quali la Procura di Velletri, l’Asl Rm 6 ed i comuni del territorio abbiamo voluto dare fiducia anche alla nostra associazione. La domanda di sicurezza oggi presente nella nostra società non può che partire dall’interno delle mura domestiche e tutelare in primo luogo le donne. Per questo è necessario che dalle parole si passi ai fatti mettendo in campo una vera rete di protezione sul territorio fatta di servizi e supporto”.

Print Friendly, PDF & Email