Ariccia, Taloni e Innova Carlisport tra realismo e speranza

0
856
daniel_taloni
Daniel Taloni, capitano dell'Innova Carlisport di calcio a 5
daniel_taloni
Daniel Taloni, capitano dell’Innova Carlisport di calcio a 5

Tre gare alla fine e la speranza ancora resiste. L’Innova Carlisport ha superato per 3-2 l’Acquedotto al termine di una gara davvero da brividi al PalaKilgour. Dopo un primo tempo ben giocato (e condotto grazie alla rete di Bresciani) e una ripresa con clamoroso “replay” del gol subito in inferiorità numerica sul campo dell’Isola (e valso contro gli alessandrini il momentaneo 2-1 ospite), la squadra di mister Micheli ha trovato nel fondo del barile il guizzo giusto per ribaltare una situazione molto difficile, vincere la gara nonostante sei pali colpiti e continuare a inseguire il Prato Rinaldo capolista del girone D di serie B (e anche la Futsal Isola, seconda a pari merito ma in vantaggio negli scontri diretti). Decisiva la doppietta di Luciano Mendes, autore di un gol da sballo (quello del 2-2 momentaneo). «Sono molto contento per lui – dice capitan Daniel Taloni – perché in campo è uno che si fa sentire parecchio, ma che dà il 100% per la squadra. Tra l’altro ha fatto un gol bellissimo che ci ha risollevato in un momento molto difficile del match dopo un primo tempo ben giocato e dopo un passaggio a vuoto brutto nel momento della superiorità numerica. Come dice mister Micheli, la prossima volta chiederemo all’arbitro di far rimanere l’avversario in parità numerica. Per quanto riguarda la vittoria – continua Taloni -, sono tre punti molto importanti che ci consentono di sperare ancora nel primo posto. L’Acquedotto si è confermata la buona squadra che sappiamo, ma noi abbiamo meritato la vittoria». Tre turni alla fine della stagione regolare. «Purtroppo dobbiamo inseguire: abbiamo avuto l’opportunità di essere padroni del nostro destino, ma la nostra leadership è durata una settimana – ricorda Taloni -. Ora dipende anche dal Prato Rinaldo e dalla Futsal Isola, a noi non resta altro da fare che vincere le partite che rimangono da giocare». Ad iniziare dalla prossima sul campo (difficile) del Foligno. «Sono una squadra tecnica e sicuramente in casa loro sarà dura – chiosa Taloni -, ma non abbiamo altre strade: dobbiamo vincere per non avere rimpianti».

 

Print Friendly, PDF & Email