Arsenico nell’acqua a Castel Gandolfo, Moianetti solleva il caso

0
550
Pavona di Castel Gandolfo
Pavona di Castel Gandolfo
Pavona di Castel Gandolfo
Pavona di Castel Gandolfo

Nelle scorse settimane sono stati rilevati dalle autorità competenti valori di arsenico e floruri di circa lo 0,2% sopra il livello consentito, dal rubinetto della fontana di via Nettunense in zona Pavona Laghetto a Castel Gandolfo.

E’ il Consigliere Comunale di Castel Gandolfo Giacomo Fabrizio Moianetti a sollevare il tema, inviando anche una richiesta di chiarimenti urgenti al Comune sul fatto.

Caro Andrea, in allegato trovi documentazione in merito a quanto in oggetto.

Cerco di spiegarti sinteticamente la cosa.

“La settimana scorsa – ha dichiarato Moianetti – ho ricevuto alcune telefonate e messaggi di cittadini che hanno i bambini a scuola a Pavona Laghetto e mi chiedevano se ero a conoscenza di quanto stesse accadendo, perchè da alcuni giorni stavano somministrando acqua in bottiglia al posto di quella del rubinetto e avevano sentito dire che forse c’era la presenza di Arsenico nell’acqua, ma non avevano ricevuto nessuna informazione in merito.

Ho provato – aggiunge Moianetti – ad assumere informazioni per le vie brevi ma visto che era difficoltoso ho scritto all’amministrazione comunale per avere delucidazioni in merito.

“La cosa veramente strana, che lascia pensare, non è solo la presenza dell’arsenico, visto che non dovremmo più avere acqua di pozzo nel nostro territorio, ma come è stata gestita la situazione.

Dopo che il Sindaco ha ricevuto la comunicazione della ASL non ha – sottolinea ancora Moianetti – emesso nessun provvedimento (ordinanza, circolare, lettera, informativa) niente di niente, solo alcuni scritti di alcuni funzionari ed un paio di mail dell’ACEA.

I cittadini ad oggi ancora potrebbero non sapere anzi potremmo dire che non sanno della presenza di Arsenico nell’acqua e la stanno utilizzando per usi domestici ed alimentari.

Chiederemo ad Acea come sia potuto accadere tutto ciò e, per il futuro, nel caso ve ne fosse bisogno, chiederemo al Sindaco di gestire, soprattutto in termini di informazione e comunicazione verso i cittadini, in modo diverso e più puntuale” conclude Moianetti.

Print Friendly, PDF & Email