Artena Volley cede solo al tie-break contro il quotato Tor Sapienza

0
1195
Artena Volley
Artena Volley
Artena Volley
Artena Volley

SPORT – L’Asd Group Palma’s Artena torna a casa con una sconfitta dal difficile campo della Pallavolo Tor Sapienza, ma fa soffrire i forti avversari e cede solo al tie-break. Il risultato finale di 3-2 (18-25, 25-16, 22-25, 25-18, 15-12 i parziali del match) premia i padroni di casa, ma lascia ottime sensazioni al coach Fabio Cristofari.

L’Artena parte infatti molto bene e con il servizio mette in difficoltà i padroni di casa, in crisi in ricezione per buona parte del primo set. E il parziale di 25-18 rispecchia con fedeltà quanto visto in campo. Il secondo set si apre però con i padroni di casa che in ricezione si fanno molto più attenti, Artena soffre e il Tor Sapienza prende facilmente il largo. Cristofari prova a correre ai ripari inserendo Stefano Crocetta al posto di Federico Laurenti e Damiano Bologna per Alessandro Esposti, ma la situazione non cambia e il parziale si chiude sul 25-16 per i romani. Il terzo set vede l’Artena Volley di nuovo più convinta e sempre in vantaggio, almeno fino alla rimonta dei padroni di casa, che si ritrovano sul 21-21. Il set a questo punto si accende, gli scambi si allungano, la tensione sale, ma la voglia di vincere di entrambe le squadre produce come risultato qualche errore di troppo: a fare la differenza sono però Andrea Antinori e Francesco Fioramonti, con gli artenesi che riescono a far loro il parziale per 25-23.

A questo punto, proprio quando si profila la possibilità di mettere a segno il colpaccio, Artena ha però un calo di concentrazione e lascia strada in apertura di quarto set all’avversario, che non si fa pregare, sfrutta le incertezze degli ospiti, in grave difficoltà nell’impostare ll’azione di gioco e in ricezione, e Tor Sapienza fa suo il parziale con grande facilità. A questo punto la partita gira in favore dei padroni di casa, che nel tie-break continuano a esplorare la ricezione artenese, soprattutto forzando il servizio: come conseguenza, martelli e libero non riescono a concedere appoggi precisi al nuovo palleggiatore Massimiliano Allegri (new entry nel gruppo dopo che il titolare Alessio Olivetti ha riportato un grave infortunio al tendine d’Achille, per uno stop che si prevede molto lungo). Si lotta comunque punto su punto, l’Artena generosamente tenta di recuperare lo svantaggio iniziale, ma una serie di servizi vincenti portano al determinante 15-12 per il Tor Sapienza.

“Prima della partita avrei firmato per un punto”, confessa a fine match coach Cristofari. “L’obiettivo è stato centrato e da lunedì si ritorna a lavorare sulle cose che in questa gara sono venute a mancare. I ragazzi stanno lavorando bene e fisicamente stanno bene, certo cambiare in corsa il palleggiatore, che fra l’altro ha avuto modo di allenarsi con il gruppo soltanto un paio di volte, non rende facili le cose. In certi frangenti per i ragazzi orientarsi e adattarsi ad un nuovo modo di gioco non è semplice. Comunque Allegri è stato bravo”.

Print Friendly, PDF & Email