Asd Frascati, gli Allievi tornano in testa col Città di Ciampino

0
815
giuseppe_filauri_centrocampista_allievi_asd_frascati
Giuseppe Filauri, centrocampista Allievi Asd Frascati
giuseppe_filauri_centrocampista_allievi_asd_frascati
Giuseppe Filauri, centrocampista Allievi Asd Frascati

Il ko di Carpineto è ormai dimenticato. Nelle due gare successive (contro Tor Vergata e Vis Roma Nova) l’Asd Frascati è tornato a fare bottino pieno e, complice il concomitante pareggio del Città di Ciampino proprio sul campo del Semprevisa, dallo scorso fine settimana i ragazzi di coach Fiorentini sono di nuovo in testa alla classifica, a braccetto con la formazione aeroportuale. Un duello infinito che, presumibilmente, durerà almeno fino al 5 aprile prossimo, data dello scontro diretto in casa dei ciampinesi. “Sono le due squadre più forti del girone –spiega capitan Giuseppe Filauri- credo sia normale che il primo posto sia un discorso a due. Le altre hanno valori tecnici inferiori”. Eppure in pochi si aspettavano che il Ciampino, prima di sabato scorso sempre vittorioso e battuto solo una volta, proprio a Frascati dagli arancioamaranto, potesse commettere un altro “mezzo” passo falso. “Noi ci credevamo –continua Filauri- avevamo già appurato a nostre spese che il Semprevisa in casa è una formazione molto ostica: noi abbiamo perso, complice anche il forte vento, loro hanno pareggiato. E adesso è come se iniziasse un nuovo campionato, in cui si parte da zero per entrambe”. Per la verità adesso siamo in una fase di stand by, visto che la sosta durerà più di un mese e il Frascati dovrà aspettare anche una settimana in più per il turno di riposo previsto dal calendario. Ma non c’è preoccupazione: la squadra è cresciuta tanto nel corso di questa stagione e sa che per non sbagliare più bisognerà sfruttare anche queste cinque settimane di stop forzato. “Rispetto alla scorso anno siamo migliorati molto –continua il centrocampista frascatano, ora passato con ottimi risultati in difesa a causa delle defezioni che hanno decimato il reparto arretrato- abbiamo più convinzione nei nostri mezzi, ci conosciamo quasi alla perfezione e sappiamo ognuno le caratteristiche del compagno. Abbiamo fatto tanta esperienza, ora riusciamo a gestire meglio le partite e a tenere alta la concentrazione. Ma possiamo fare ancora di più”. Quel di più, sta per vittoria del girone. Ma è troppo presto per pensarci. Adesso bisogna ricominciare a sudare sul campo, per prepararsi al meglio al rush finale di campionato che deciderà il destino di questa e della prossima stagione. “Col Ciampino sarà una lotta fino alla fine –conclude Filauri- ma facciamo un passo alla volta. Per adesso sfruttiamo questa pausa per ricaricare le batterie, poi penseremo ai nostri avversari giornata dopo giornata, senza guardare troppo avanti. E se il primo posto dovesse decidersi il 5 aprile, non ci tireremo certo indietro. Abbiamo già battuto il Ciampino all’andata, possiamo ripeterci. Anche se giocheremo in trasferta”.

 

 

Print Friendly, PDF & Email