Asd Judo Frascati, protagonista al memorial L’Amico è

Primo posto per la società sportiva tuscolana del Maestro Nicola Moraci Judo Frascati a Grottaferrata nel memorial L'Amico è

0
316
judo_frascati
Judo Frascati

L’Asd Judo Frascati è stata protagonista nella seconda edizione del memorial “L’Amico è”, svoltosi domenica scorsa a Grottaferrata e aperto a tutte le società Csen e Fijlkam. Alla kermesse hanno partecipato oltre trecento giovanissimi judoka ed aprire i giochi è stata la classe Ragazzi dove il club tuscolano ha conquistato ben quattro medaglie d’oro con Andrea Paciotti, Leonardo Marino, Federico Giustini e Sara Alivernini, ma anche tre medaglie d’argento con Alessio ed Emiliano Pannunzi e con Giovanni Camilli oltre a tre bronzi con Riccardo Capo, Flavio Gallozzi e Leonardo Ottaviani. A seguire hanno gareggiato i Fanciulli e anche in questo caso l’Asd Judo Frascati calava un poker di successi con Matteo De Angelis, Mattia Moscatelli, Filippo Agostinucci e Giacomo Di Renzo. Secondi posti per Marco Ghircoias, Valerio Salomone, Oscar Celentano e Giacomo Viti e infine terzo posto per Luca Mercuri. Nella classe Bambini un problema organizzativo ha provocato una lunga attesa per l’inizio delle gare, penalizzando la prestazione dei piccoli atleti che hanno comunque messo in mostra un bel carattere. A spiccare è stata la prestazione di Rocco Mulè che ha vinto la gara, ma sono state confortanti anche le risposte degli altri atleti tuscolani e cioè Gabriele Tamburrano e Lorenzo Zappitelli (secondi) e di Vlastimi Vuk Dimitrijevic, Lorenzo Passanisi, Sante Angeli, Marco Mastrangelo, Emanuele Mangone, Pietro Bruno e Leonardo Zappitelli (tutti terzi). A concludere la kermesse era la classe degli Esordienti A in cui non c’erano tantissimi atleti dell’Asd Judo Frascati, ma i portacolori dell’associazione tuscolana presenti si sono distinti conquistando tre primi posti con Simone Antonelli (nella categoria dei 45 chili), Tommaso Fioranelli (50 chili) e Niccolò Perotti (40 chili). Nella categoria dei 45 chili da sottolineare pure l’ottima prova di Giacomo Testa che è stato protagonista della “finale in famiglia” col compagno di società e che alla fine si è dovuto “accontentare” di un argento di tutto rispetto. La società del maestro Nicola Moraci conquistava il primo posto nella speciale classifica per società e l’ambito trofeo precedendo la Muzzi Academy Ciampino dei fratelli Lattanzi, il Kodokan Anzio e altre cinquanta società.

Print Friendly, PDF & Email