Assegnati i David di Donatello 2016

0
822
santamariamarinelli
Santamaria e Marinelli ai David di Donatello 2016
santamariamarinelli
Santamaria e Marinelli ai David di Donatello 2016

DAVID DI DONATELLO 2016: MIGLIOR FILM PERFETTI SCONOSCIUTI, TRIONFO DI PREMI PER JEEG ROBOT E IL RACCONTO DEI RACCONTI

Ventata d’aria fresca e internazionale sui David di Donatello 2016, storico premio conferito annualmente dall’Accademia del Cinema Italiano. Una serata in stile Oscar quella della cerimonia di premiazione, condotta per Sky da Alessandro Cattelan e arricchita dagli esilaranti sketch dei The Jackal. Ben sette statuette se le è aggiudicate Lo chiamavano Jeeg Robot di Gabriele Mainetti: oltre al premio per il regista esordiente, miglior produttore e montatore, il film rivelazione sulla storia di un supereroe di borgata ha conquistato anche i quattro premi dei migliori attore e attrice, protagonista e non (rispettivamente Claudio Santamaria, Ilenia Pastorelli, Luca Marinelli e Antonia Truppo). Stesso numero di premi anche per il fantasy di Matteo Garrone Il racconto dei racconti, che ha portato a casa i David tecnici, per la regia, fotografia, scenografia, costumi, trucco, acconciature, ed effetti digitali. Insomma, pare che l’audace tentativo del cinema italiano di sprovincializzarsi con due film fuori dagli schemi e dal marcato gusto hollywoodiano sia stato apprezzato e remunerato dai giudici dell’Accademia del Cinema. Miglior film è invece Perfetti sconosciuti, brillante commedia corale di Paolo Genovese, che ha ottenuto anche il premio alla miglior sceneggiatura, mentre due sono stati i premi assegnati a Youth di Paolo Sorrentino (migliore musicista e migliore canzone originale) e un solo riconoscimento (migliore fonico di presa diretta) per Non essere cattivo di Claudio Caligari. Vere sorprese della serata il look rasato per esigenze di copione di Santamaria, il video messaggio di Roberto Saviano sulla magia del cinema nel raccontare sempre nuove storie, e la scelta di Genovese di dedicare il premio alla verità (con chiaro riferimento al caso Regeni). Numerose le stelle che, sul modello degli Academy Awards americani, si sono date il cambio sul palco degli Studios di Via Tiburtina per premiare i vincitori, da Stefano Accorsi e Vittoria Puccini a Tony Servillo e Valeria Golino.
Di seguito l’elenco dei premi e dei vincitori:

Miglior film: Perfetti sconosciuti, regia di Paolo Genovese

Miglior regista: Matteo Garrone – Il racconto dei racconti – Tale of Tales

Miglior regista esordiente: Gabriele Mainetti – Lo chiamavano Jeeg Robot

Migliore sceneggiatura: Paolo Genovese, Filippo Bologna, Paolo Costella, Paola Mammini e Rolando Ravello – Perfetti sconosciuti

Migliore produttore: Gabriele Mainetti per Goon Films, con Rai Cinema – Lo chiamavano Jeeg Robot

Migliore attrice protagonista: Ilenia Pastorelli – Lo chiamavano Jeeg Robot

Migliore attore protagonista: Claudio Santamaria – Lo chiamavano Jeeg Robot

Migliore attrice non protagonista: Antonia Truppo – Lo chiamavano Jeeg Robot

Migliore attore non protagonista: Luca Marinelli – Lo chiamavano Jeeg Robot

Migliore direttore della fotografia: Peter Suschitzky – Il racconto dei racconti – Tale of Tales

Migliore musicista: David Lang – Youth – La giovinezza

Migliore canzone originale: Simple Song #3 – musica e testi di David Lang, interpretazione di Sumi Jo –Youth – La giovinezza

Migliore scenografo: Dimitri Capuani e Alessia Anfuso – Il racconto dei racconti – Tale of Tales

Migliore costumista: Massimo Cantini Parrini – Il racconto dei racconti – Tale of Tales

Migliore truccatore: Gino Tamagnini, Valter Casotto, Luigi d’Andrea e Leonardo Cruciano – Il racconto dei racconti – Tale of Tales

Migliore acconciatore: Francesco Pegoretti – Il racconto dei racconti – Tale of Tales

Migliore montatore: Andrea Maguolo, con la collaborazione di Federico Conforti – Lo chiamavano Jeeg Robot

Migliore fonico di presa diretta: Angelo Bonanni – Non essere cattivo

Migliori effetti digitali: Makinarium – Il racconto dei racconti – Tale of Tales

Miglior documentario di lungometraggio: S is for Stanley – Trentanni dietro al volante per Stanley Kubrick, regia di Alex Infascelli

Miglior cortometraggio: Bellissima, regia di Alessandro Capitani

Premio David giovani: La corrispondenza, regia di Giuseppe Tornatore

Miglior film straniero: Il ponte delle spie (Bridge of Spies), regia di Steven Spielberg

Miglior film dell’Unione Europea: Il figlio di Saul (Saul fia), regia di László Nemes

Print Friendly, PDF & Email