Associazione Tutela Frattocchie attacca l’Amministrazione di Marino

Lo scorso lunedì 30 settembre riunione del direttivo dell'Associazione Tutela Frattocchie. Le dichiarazioni del Presidente Roberto Di Falco

0
49
frattocchie
Frattocchie

“Il Direttivo dell’Associazione Tutela Frattocchie (ATF), riunitosi in data 30 Settembre, ha preso atto, con profondo rammarico, del prolungato silenzio dell’Amministrazione Comunale, su importantissimi problemi del territorio, alcuni dei quali  interessano direttamente la Sicurezza e la Salute dei Cittadini, da noi segnalati. Le denunce di probabili irregolarità amministrative, le numerose domande e petizioni presentate, le segnalazioni e le richieste protocollate, sono state TUTTE colpevolmente e regolarmente  ignorate e sottovalutate con deplorevole regolarità, evidenziando una usuale negligenza, mancando ai doveri previsti dalla Legge e al rispetto dovuto ai propri Cittadini. Grave l’omissione e violazione del Sindaco sulla mancata attuazione della procedura prevista da regolamento comunale sulla partecipazione attiva dei cittadini, per  non aver portato all’ attenzione del consiglio comunale le oltre 400 firme raccolte per l’isola ecologica delle frazioni e la sistemazione del parco antistante il centro commerciale LA NAVE, e per aver compresso un principio di democrazia, costituzionalmente garantito, frustrando la voce dei Cittadini. Grave il mancato intervento del Sindaco su Via del Divino Amore, che consente il transito di autoarticolati con massa superiore alle 6.5 tonnellate su questa strada, priva dei requisiti stabiliti dal CdS, mettendo a serio rischio la sicurezza e salute dei cittadini. Grave il taglio dei Pini su Via Nettunense, da nessuno regolarmente autorizzato, mancando la prescritta e dovuta perizia agronomica, non in possesso di Astral e, a quanto pare, visto che non risponde al nostro accesso agli atti, neanche in possesso del Comune. A fronte di tali comportamenti, non rispondenti ai principi della corretta amministrazione, e lesivi dei Diritti della Cittadinanza, con possibili profili di illegalità, si è deciso di interessare gli Organi Superiori, al fine di tutelare le legittime aspettative degli associati e di tutti i marinesi”. Lo dichiara il Presidente dell’Associazione Tutela Frattocchie Roberto Di Falco.

Print Friendly, PDF & Email