Autostrada dei Parchi, politica insorge contro aumenti

Zingaretti incontrerà Delrio, Lena chiede Commissione straordinaria su aumento pedaggio autostrada A24

0
125
a24
A24

“Sulla follia di questo aumento scriteriato dei pedaggi sulla A24, come avevo subito detto, continueremo ad opporci con ogni mezzo. Bisogna creare un fronte comune che si metta dalla parte dei cittadini pendolari. Per questo incontrerò martedì prossimo il Ministro Delrio”. Lo comunica in una nota il Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti.

LENA (PD): “CONVOCARE COMMISSIONE MOBILITA? STRAORDINARIA”

“Se gli aumenti dei pedaggi autostradali a livello nazionale si attestano al 2,7%, il 12,9% di rincaro sull’A24, nel tratto gestito dalla società “Strade dei Parchi”, è inaccettabile. I caselli interessati abbracciano un territorio vasto quale quello dei comuni della Valle dell’Aniene e della zona Est della Provincia di Roma, con un traffico pendolare di lavoratori da e verso la Capitale. Sostengo la protesta dei cittadini e tutte le azioni istituzionali, a partire da quelle dei sindaci e del Presidente Nicola Zingaretti, al fine di risolvere questa vessazione. Chiederò inoltre una convocazione straordinaria della VI Commissione (Mobilità) del Consiglio Regionale del Lazio sul tema specifico che discuta e promuova tutte le azioni necessarie per la risoluzione del problema”. Così in una nota Rodolfo Lena, Presidente della Commissione Salute e Politiche Sociali della Regione Lazio ed esponente del Partito Democratico.

PALOZZI (FI): “VICINO AI CITTADINI VITTIME DI QUESTA INGIUSTIZIA”

“Voglio rivolgere la mia vicinanza ai numerosi residenti del quadrante est della periferia romana e dei comuni limitrofi, che in questi giorni stanno subendo loro malgrado l’ingiustificato incremento del pedaggio autostradale dell’A24. Si tratta di un aumento fuori dal mondo, che peserà sulle economie di migliaia di automobilisti, già costretti a convivere con una traffico capitolino da terzo mondo. Senza contare che in quell’area capitolina, le alternative stradali decenti sono davvero al minimo. Auspichiamo che il presidente Zingaretti lasci da parte i soliti annunci elettorali e si adoperi concretamente nella difesa delle istanze cittadine. Noi siamo pronti alle barricate contro questi rincari ingiusti e illogici”. Così, in una nota, il consigliere regionale FI e vicepresidente della commissione Mobilità, Adriano Palozzi.

AURIGEMMA (FI): “AUDIZIONE URGENTE GESTORE AUTOSTRADA DEI PARCHI”

“A seguito dell’ennesimo aumento dei pedaggi dell’Autostrada dei Parchi – che coinvolge una quarantina di Comuni della nostra regione, oltreché il casello di Ponte di Nona – che in appena due anni sono incrementati di circa il 25%, senza peraltro nessun tipo di giustificazione visto che nello stesso periodo l’inflazione è rimasta invariata, ho presentato una richiesta urgente di convocazione della Commissione regionale Trasporti, invitando l’Amministratore Delegato di “Strada dei Parchi”, il sindaco di Roma, la Città Metropolitana di Roma Capitale e i sindaci dei Comuni della Valle dell’Aniene. L’obiettivo è quello di intraprendere tutte le iniziative possibili per impedire un inaccettabile rincaro, che penalizzerebbe ulteriormente i cittadini e i pendolari ( soprattutto studenti e lavoratori) di un territorio che rappresenta una peculiarità della nostra regione. Siamo convinti che il presidente Zingaretti abbia talmente a cuore le sorti di questa realtà, da poter accelerare per lo svolgimento di questa importante audizione”. Lo dichiara il Capogruppo di Forza Italia della regione Lazio Antonello Aurigemma.

ASSOTUTELA: “AUMENTI FUORI DA OGNI LOGICA”

“Reputiamo scriteriati e fuori da ogni logica gli aumenti tariffari dei pedaggi sull’autostrada A24, aumenti che arrivano ad oltre il 12 percento. Cifre insensate che penalizzano pesantemente i cittadini del quadrante est della Capitale e dei Comuni limitrofi. Comincia davvero male l’anno per tanti automobilisti, incolpevoli di fronte alle istituzioni che dovrebbero invece proteggerli. Sollecitiamo il Ministero e la Regione Lazio a non rimanere inermi di fronte a questi rincari e a convocare l’ente gestore dell’autostrada per dissuaderlo a tornare sui propri passi. Come associazione continueremo a seguire con attenzione l’annosa vicenda e opereremo a tutela delle istanze dei cittadini”. Così, in una nota, il presidente dell’associazione Assotutela, Michel Emi Maritato.

AUTOSTRADE, MINNUCCI (PD): “NECESSARIO RIVEDERE AUMENTI”

“L’aumento dei pedaggi rappresenta una scelta scriteriata che deve necessariamente essere rivista. E lo è per un semplice motivo: perché parliamo di infrastrutture di proprietà pubblica gestite in concessione dai privati. In questo quadro è letteralmente inammissibile prevedere rincari in percentuali diverse che vanno dal 2,7% a livello nazionale al 12,9% di rincaro per l’A24 Roma – L’Aquila. Come si può giustificare un aumento di questa entità ai cittadini della Valle dell’Aniene che quotidianamente percorrono quel tratto autostradale da e per la Capitale? Non è giustificabile e per questo, oltre a sostenere l’azione promossa dal Presidente Zingaretti, ritengo necessario un intervento imminente anche del Ministro Derio che ha il dovere di approfondire la questione e bloccare inevitabilmente questi rincari”.  Lo ha detto il deputato dem, Emiliano Minnucci, commentando l’aumento dei pedaggi autostradali.

Print Friendly