Bando 4R, premiati quattro Comuni della Città Metropolitana

0
898
califano
Michela Califano delegata ambiente Città Metropolitana di Roma
califano
Michela Califano delegata ambiente Città Metropolitana di Romaffffffffffffffffffff

I Comuni di Allumiere, Ariccia e Castelnuovo di Porto si sono aggiudicati i primi tre posti del Bando 4 R “Rifiuti da riciclare, risorse da riutilizzare” promosso dalla Città metropolitana di Roma Capitale. a partecipare 13 Comuni, della provincia, impegnati nell’attivazione di pratiche e politiche virtuose in materia di gestione sostenibile dei rifiuti nei rispettivi territori.

“L’edizione di quest’anno ha voluto considerare ai fini dell’attribuzione del punteggio dei premi – ha dichiarato la Consigliera metropolitana, delegata all’Ambiente, Michela Califano – tutte le azioni messe in campo da ciascun Ente, negli ultimi tre anni, in tema di raccolta differenziata spinta e di riduzione e prevenzione dei rifiuti. Le proposte pervenute hanno fatto emergere la molteplicità delle azioni messe in campo dai singoli Comuni, nel tentativo di rispondere a bisogni e criticità provenienti dai territori, testimoniando una competenza crescente da parte degli Amministratori locali nella gestione di un tema complesso, come quello dei rifiuti. Sarà nostra cura fare emergere, quale buona prassi, le peculiarità delle azioni realizzate dai Comuni che hanno partecipato al Bando 4R, affinché queste possano veicolare competenze di politica attiva metropolitana sulla gestione sostenibile dei rifiuti”.

I premi assegnati, rispettivamente di 100 mila euro al primo classificato, 60 mila al secondo e 40 mila al terzo, saranno destinati alla realizzazione e al finanziamento di opere, servizi ed iniziative di interesse collettivo, al fine di valorizzare e restituire alla cittadinanza parte dell’impegno sociale ed economico sostenuto per la realizzazione dei risultati premiati.

L’Amministrazione metropolitana sta continuando a lavorare per incentivare e sostenere in materia ambientale l’operatività ed il protagonismo dei territori, anche grazie al contributo economico della Regione Lazio che ha consentito la realizzazione del Bando.

Print Friendly, PDF & Email