Boccali, “Ciampino comune in totale stato di abbandono”

Denuncia sulla situazione al Comune di Ciampino da parte del presidente di Gente Libera e consigliere ciampinese Ivan Boccali

0
365
boccali
Ivan Boccali

Ciampino comune abbandonato e nel degrado. E’ questa la denuncia di Ivan Boccali, Presidente di Gente Libera, che lancia un allarme sul disagio accusato dai cittadini di questa realtà territoriale che sembra vivere uno dei suoi momenti più oscuri. Politicamente e amministrativamente. “Ciampino è in totale stato di abbandono – afferma Boccali – non esiste oggi nulla che possa far intendere ai nostri cittadini che la comunità è in ripresa o si sta sviluppando positivamente. Il fallimento della Giunta del Sindaco Terzulli è sotto gli occhi di tutti. Non una sola promessa del suo programma si è realizzata, ha perso pezzi della sua coalizione, molti sono i delusi del suo operato. Il decoro della città è lasciato al caso. Non ci sono risultati sul piano della sicurezza, che continua ad essere motivo di forti preoccupazione; le attività commerciali continuano a chiudere senza un progetto che si ponga come obiettivo quello di salvare le realtà rimaste; il caso Asp tiene ancora banco con tutti i suoi interrogativi e nessuna azienda speciale è stata creata; il bilancio è in rosso. Senza tornare al grande tasto dolente del campo nomadi ‘La Barbuta’, sul quale la Giunta ha fatto parecchi spot e promesse di impegno e che è ancora lì con i suoi drammatici dati sui roghi e la criminalità, grazie anche alla clamorosa inadeguatezza 5 Stelle del sindaco di Roma Virginia Raggi.”. “Rimarchiamo – prosegue – anche il dissesto continuato di molte strade del territorio, la scarsità di illuminazione di alcune strade e l’assenza di una decorosa preparazione agli eventi natalizi. Ciampino è buia e spenta, lontana dai cittadini, a causa di un’amministrazione tutta presa da tagli di nastri (quando capitano) e spot elettorali inconcludenti per la collettività. Una comunità purtroppo stritolata – conclude Boccali – tra due grave incapacità, quella del PD nella nostra zona e del M5S a Roma, che l’hanno messa in mezzo e la soffocano”.

Print Friendly