Boccali (Gente Libera), “perchè ho votato contro il bilancio dell’Asp Ciampino”

0
1188
ivanboccali
Ivan Boccali
ivanboccali
Ivan Boccali

“A Ciampino giovedì 29 la maggioranza ha approvato il bilancio nonostante un buco di 23 milioni di euro, di cui 2,5 nel biennio 2015-2016 – inizia così la nota di Gente Libera Ciampino. “I debiti di ASP – dichiara il consigliere comunale di Ciampino e leader di Gente Libera Ivan Boccali – sono a carico di tutti i cittadini, poiché il debito dell’azienda viene coperto dal Comune di Ciampino (quest’ultimo azionista di maggioranza) in due modi:alzando le tasse o i costi dei servizi e diminuendo i servizi o le spese sui servizi essenziali”. Per queste ragioni il presidente del Movimento Gente Libera, Ivan Boccali, in qualità di consigliere comunale ha votato contro l’approvazione del bilancio, considerandolo invotabile: “Ho votato contro con la morte nel cuore, unicamente per tutelare tutti i cittadini di Ciampino, poiché questo è il compito di un politico serio: essere al servizio della collettività e non solo di una parte di essa. Il presidente ha proposto di ripensare l’ASP, di riformarla, rendendola trasparente. Tagliare le spese inutili per salvaguardare servizi e posti di lavoro – spiega Boccali – l’unica soluzione possibile era non approvare il bilancio in modo da poter ripensare ad una nuova ASP. Un buon medico cura senza pietismo: lo scopo è guarire il paziente, non certo l’accanimento terapeutico”. Il consigliere, inoltre,  esprime tutto il suo rammarico per come la vicenda si è conclusa, ritenendo, dunque, responsabile la maggioranza per la lunga agonia (più tasse) che dovranno subire i cittadini a causa dell’approvazione di questo bilancio e aggiunge “d’esser sereno e certo della comprensione dei lavoratori ASP”, precisando che le motivazioni alla base del suo voto sono state dettate dall’esigenza di tutelare sia tali lavoratori che l’intera comunità. Infine conclude ricordando che l’azienda in questione “è un carrozzone mal gestito , con modalità di assunzione a dir poco particolari. Mentre la maggioranza festeggia io con il mio voto ritengo di aver fatto fieramente il mio dovere a servizio di tutti i cittadini, nessuno escluso”.

Print Friendly, PDF & Email