Boccali (Gente Libera) sui problemi di sicurezza a Ciampino

0
1478
Ivan Boccali_2_non_pubblicare
NON PUBBLICARE Ivan Boccali - consigliere comunale di Ciampino per Gente Libera
ivan boccali_2
Ivan Boccali – consigliere comunale di Ciampino per Gente Libera

Dopo un acceso dibattito, respinta in Consiglio comunale la Mozione sulla Sicurezza presentata da Gente Libera.

“Il Sindaco ha rivelato che ritiene risolte tutte le problematiche sollevate nel documento,” – dichiara il Consigliere Boccali – “resta da capire solo in quale isola felice viva e trascorra le sue giornate il nostro Primo cittadino. Non certo a Ciampino, dove i cittadini respirano tutt’altra aria. In assenza di un Assessorato apposito, istituire una Commissione Speciale che analizzasse la situazione e cercasse soluzioni, ci era sembrata la strada migliore. Ma l’Amministrazione ha ritenuto continuare a trincerarsi dietro i numeri, dietro al solito dualismo ‘statistica-percezione’: come se la serenità dei cittadini fosse un optional. Seppure non ci fosse stato un reale incremento del tasso di criminalità, come ignorare la diffusa sensazione di incertezza che serpeggia in Città? Come spesso ribadito, la Sicurezza non ha colore, è diritto inalienabile di tutti. Perché solo vivendo nella tranquillità si può dire di essere veramente liberi. Liberi di uscire la sera, di lasciare le finestre aperte, di mandare a spasso i nostri figli, di stare nel nostro giardino a guardare le stelle. Senza nulla togliere al lavoro continuo ed encomiabile della Polizia Locale, è un fatto che ci siano fasce orarie nella giornata nelle quali Ciampino è terra di nessuno. Ma questa Maggioranza, troppo legata ai vecchi cliché, ancora una volta ha fatto muro contro le istanze provenienti dallo schieramento opposto, respingendo una Mozione scritta esclusivamente guardando al bene comune. Un atto che sarebbe stato un segnale forte per la cittadinanza, che non avrebbe cambiato le statistiche ma di certo avrebbe potuto contribuire a migliorare il clima, la famosa ‘percezione’ di Sicurezza dell’uomo della strada. Un’occasione persa, dunque, per fare qualcosa di buono. E non per mancanza di possibilità, ma per mancanza di buona volontà dei soliti noti che hanno votato contro.”

Print Friendly, PDF & Email