Buona la prima per “Donne e Biblioteche”

0
897

Museo Civico gremito per il primFB_IMG_1443181669956o appuntamento della rassegna “Donne e Biblioteche”,
ideata dal Comune di Albano Laziale in collaborazione con l’Associazione
Culturale Oikos.

Il primo incontro dal titolo “Famiglie distanziate da due realtà: donne romene e i
loro figli”, tenutosi giovedì scorso, ha registrato la presenza, oltreché dell’Assessore
alla Pubblica Istruzione Alessandra Zeppieri, della Presidentessa dell’Associazione
Culturale “Oikos” Alejandra Gabriela Lio e delle psicologhe Concetta Ricciardi
e Daniela Hondrea dell’Associazione “Spirit Romanesc”.

Tanti i temi affrontati, su tutti la “Sindrome Italia”, grave forma di depressione,
sempre più diffusa, sia tra le donne migranti alla ricerca di un’occupazione
nel nostro Paese, che tra i figli, i cosiddetti “orfani bianchi”, che vivono
nella mancanza di una figura materna.

L’Assessore Alessandra Zeppieri ha commentato: “Durante l’evento si è creata un’atmosfera
di ascolto e dialogo, con numerosi dei presenti fra il pubblico che hanno detto
la loro. E’ stato un momento di crescita ed arricchimento personale”.

“Donne e Biblioteche” tornerà il 15 ottobre alle 17 con “Donne e Salute” presso la
Biblioteca di Albano. Il 12 novembre alle 17 sarà la volta di “Donne e Violenza”
presso la Biblioteca di Cecchina. Gli appuntamenti si concluderanno il 15
dicembre alle 17 con “Donne e Lavoro” alla Biblioteca di Pavona.

Print Friendly, PDF & Email