Calcio femminile, tre convocate nella rappresentativa regionale

0
1092
Rocca Priora Calcio femminile
Tre convocate nella rappresentativa regionale del Rocca Priora Calcio
Rocca Priora Calcio femminile
Tre convocate nella rappresentativa regionale del Rocca Priora Calcio

SPORT – Il calcio a Rocca Priora non è solo roba per uomini. C’è un settore femminile che difende la “quota rosa” con la squadra che milita nella serie C, allenata da Mary Pucci. E che ora ottiene anche il riconoscimento di un lavoro che parte da lontano. «Il Comitato regionale – spiega il direttore generale del Rocca Priora, Angelo Carletta – ci ha comunicato la convocazione di tre nostre atlete, nello specifico il portiere Giorgia Camilli, il difensore Chiara Giommi e il centrocampista Ambra Passari. Per tutta la nostra società con in testa il nostro presidente Claudio Amelia queste convocazioni rappresentano un grande orgoglio, il segnale che il Rocca Priora non è solo calcio di prima squadra maschile e giovanile, ma che la nostra società sta lavorando bene anche nel settore femminile». Le ragazze saranno osservate da vicino per qualche allenamento dal selezionatore del Cr Lazio Mauro Caprari in vista del Torneo delle Regioni 2014 che si svolgerà in aprile. «Desidero sottolineare che la Camilli viene preparata dal nostro preparatore Davide Cavaliere, direttore della Scuola Portieri “Marco Amelia”: si iniziano a vedere i risultati di due anni di lavoro dall’apertura della Scuola e soprattutto dello Stage denominato “The Number One” che si svolge tutti gli anni nel mese di giugno, un evento voluto fortemente da Marco Amelia e sempre diretto da mister Cavaliere. Per la Camilli e per la Giommi si tratta della prima convocazione, mentre la Passari ha già vinto il titolo del Torneo delle Regioni 2012 con la rappresentativa laziale». Nonostante le “magnifiche tre”, le cose nel campionato di serie C femminile non vanno benissimo per le ragazze dell’allenatrice Pucci. «Stiamo un po’ soffrendo, ma era preventivabile qualche difficoltà vista la giovane età del gruppo e la presenza di molte nuove atlete –  dice Carletta -. L’obiettivo del gruppo, comunque, è quello di crescere, divertirsi e veicolare il calcio femminile nel nostro territorio e la società è contenta dell’interesse che queste ragazze hanno creato attorno a loro».

Print Friendly, PDF & Email