Caliciotti soddisfatto dopo incontro col Comitato Mense

0
726
incontro
Incontro tra Sindaco e Comitato Mense di Lariano
incontro
Incontro tra Sindaco e Comitato Mense di Lariano

In merito alla questione delle tariffe della mensa scolastica la giunta comunale di Lariano presieduta dal sindaco Maurizio Caliciotti ha incontrato nel pomeriggio di giovedì presso la Sala Giunta del Palazzo Comunale una delegazione di genitori del Comitato mensa di Lariano. Il sindaco Caliciotti con tutta la documentazione alla mano ha introdotto l’incontro affermando” Dopo la promessa fatta al vostro Comitato di approfondire bene la questione delle tariffe per la mensa scolastica e delle relative fasce in base all’Isee, questa amministrazione molto sensibile al problema si è messa subito al lavoro di concerto con gli uffici comunali nel tentativo di trovare un’adeguata soluzione. Ad oggi possiamo annunciare che, considerando di non toccare al momento le tre fasce di reddito basse, per il momento abbiamo deliberato una variazione del costo del pasto per la quarta, quinta e sesta fascia ISEE (quindi circa il 70% degli utenti). Per la quarta fascia e cioè con ISEE da 7500 a 10.000 il costo del pasto da 4,20 passa a 4 euro, per la quinta fascia e cioè con ISEE da 10.000 a 12500 il costo del pasto da 4,40 passa a 4,20 e per la sesta fascia il costo del pasto da 4,60 euro passa a 4,40. C’è un fatto da evidenziare che in specie per l’ultima fascia, la sesta, quella più alta, che riguarda 324 utenti, solo qualche unità ha presentato la dichiarazione Isee, quindi abbiamo avuto pochi elementi a disposizione per poter valutare meglio l’intera situazione”. I genitori presenti hanno sollevato domande e dubbi agli amministratori presenti e in particolare hanno chiesto il perché della suddivisione in queste fasce. “C’è da precisare-ha poi evidenziato il sindaco Caliciotti- inoltre che la suddivisione in queste fasce di reddito nasce dallo studio attento della situazione dei dati istat sulla distribuzione del reddito a Lariano”. “Questo è soltanto un primo passo- ha evidenziato il sindaco Caliciotti- e l’unica soluzione che potevamo percorrere al momento considerando le somme a disposizione nel bilancio che ammontano per questo anno 2015 a 90.000 euro e nel rispetto delle normative di legge e dei termini stabiliti da un contratto ereditato della precedente amministrazione. C’è comunque soddisfazione perché è un piccolo tassello ma importante quello che stiamo ponendo oggi e riteniamo importante il confronto e siamo aperti a proposte costruttive che ci potrete proporre. Queste nuove tariffe entreranno in vigore dal 1 Novembre fino al 31 dicembre”. Poi il sindaco ha posto uno sguardo al prossimo futuro. “Ora, dobbiamo considerare la prossima scadenza. Quella del 31 ottobre -ha affermato Caliciotti- dove ci sarà l’approvazione del Dup (documento unico di programmazione). Questo documento sarà necessario per poter poi apportare delle variazioni alle tariffe allegate e prevedere nuove fasce. Ci sarà nel contempo l’incontro con il Consiglio d’Istituto per rimodulare le fasce. Quindi è impegno di questa amministrazione di trovare le migliori soluzioni alla problematica considerando però sempre il rispetto delle normative di legge e nel rispetto di tutti i vincoli di bilancio. Speriamo il prossimo anno scolastico di poter giocare un’altra partita considerando che scade il contratto con l’attuale gestore a giungo del 2016 e bandiremo un altro contratto con il quale speriamo di abbassare i costi”. L’assessore Maurizio Mattacchioni ha aggiunto: “Questa amministrazione è molto sensibile a questa tematica e questa è solo un primo passo sul tema. Per avere una migliore mappatura della distribuzione del reddito è fondamentale avere le dichiarazioni Isee, e sollecitiamo appunto tutti gli utenti alla presentazione delle stesse. Non ci fermiamo qua con questa prima rimodulazione, ma siamo fiduciosi di poter apportare correttivi già ad inizio 2016 dopo l’approvazione del Dup”. Sia il sindaco Caliciotti che l’assessore Mattacchioni nel corso dell’incontro poi hanno parlato del costante impegno profuso dall’amministrazione nel settore della scuola con i vari interventi realizzati nel corso dei tre anni di amministrazione e dell’ottima qualità delle strutture e anche del rapporto costante tra amministrazione e settore scuola con l’impegno su questa tematica di cercare di trovare le migliori soluzioni e che appunto da gennaio in poi l’impegno è quello di una nuova rimodulazione delle fasce che verrà incontro alle esigenze delle fasce sociali deboli.

Print Friendly, PDF & Email