Cambiare Colonna Insieme si Può polemizza sulla differenziata

0
661
colonnadifferenziata
Cambiare Colonna Insieme Si Può polemizza sulla differenziata
colonnadifferenziata
Cambiare Colonna Insieme si Può polemizza sulla differenziata

“Dopo il famigerato affidamento diretto ad Ambi.En.Te Spa, a Colonna non decolla la raccolta differenziata, tanto osannata dall’assessore preposto, e intanto i cassonetti straripano”.

A denunciare la grave situazione rifiuti è il gruppo consiliare “Cambiare Colonna Insieme si Può” che ha  presentato un’interrogazione alla Giunta Cappellini, trasmessa anche alla Polizia Municipale e ai Carabinieri di Colonna.
“Abbiamo denunciato più volte questa problematica – affermano i consiglieri comunali Fabio Pochesci, Sara Perfili e Francesco Vescovi – se da una parte va condannato l’atteggiamento di quei cittadini che abbandonano rifiuti ingombranti in strada o davanti ai cassonetti (frigo, materassi, mobili, bombole del gas.), non possiamo non rimarcare l’inerzia dell’amministrazione comunale a fronte di problematiche che abbiamo denunciato più volte in consiglio comunale e di cui gli stessi cittadini si lamentano da tempo, esasperati dagli accumuli di rifiuti di vario genere che spuntano per le strade, specie nei fine settimana. Per non parlare del fatto che la maggior parte dei cassonetti straripanti di luridume posti, in molti casi, in piena violazione del codice della strada occupando spesso carreggiate e marciapiedi, troppo vicini ad abitazioni e intersezioni stradali. Quindi, oltre ad una precaria condizione igienico-sanitaria, causata dalla presenza dei rifiuti, si determina anche una potenziale situazione di rischio per l’incolumità pubblica e privata con portatori di handicap, pedoni , ciclisti ed automobilisti in costante pericolo. A fine 2016, la maggioranza, attraverso un manifesto degno da campagna elettorale, pubblicizzava con i soldi dei cittadini una partenza della differenziata entro gennaio 2017 per risolvere tutte le problematiche legate alla raccolta dei rifiuti ed alla pulizia delle strade fino a quelle più rurali. Siamo ad aprile, quale intoppo ci sarà stato? Che cosa non ha funzionato? Siamo stufi delle solite scuse, dei soliti rinvii e delle mancanze di programmazione che hanno contraddistinto questa amministrazione. In vista dell’estate, considerato che il lavaggio e la disinfestazione dei cassonetti non si fa da diversi mesi, chiediamo un sollecito ed immediato intervento da parte delle autorità preposte, affinché vengano adottati tutti quei provvedimenti inderogabili e necessari diretti a garantire la sicurezza dei cittadini, degli automobilisti in transito ed il decoro degno di cittadina che è la porta d’ingresso ai Castelli Romani”.
Print Friendly, PDF & Email