Carboni sulle polemiche e crisi del commercio a Frascati

0
582
simone_carboni
Simone Carboni
Simone Carboni
Simone Carboni – Consigliere Comunale Pdl di Frascati.

“Relativamente le polemiche che stanno sorgendo in queste giornate tra pubblica amministrazione e alcuni rappresentanti del commercio locale sento la necessità – dichiara il consigliere comunale Simone Carboni – di fare qualche riflessione e dare qualche idea per uscire da questo stato francamente deprimente. Il Natale, almeno quello, dovrebbe essere l’occasione in cui la conciliazione tra le parti dovrebbe sempre avere la meglio. Si assiste, ahinoi, invece all’opposto. Qual è dunque il problema che la sigla “Frascati Vive ed Imprende” ha denunciato in un duro comunicato stampa? Come mai l’amministrazione boccerebbe tutte le proposte di una sigla commerciale mentre accetterebbe quelle di altre? Come mai per 3 anni consecutivi c’è stato un mercatino Natalizio che non è passato attraverso un BANDO pubblico? Quanti soldi abbiamo perso come collettività dai bandi che il Sindaco e la sua maggioranza ha deciso di non fare? La proposta che ho già portato più volte sui banchi della maggioranza – continua Carboni – è sempre stata la seguente: bando pubblico per tutti i mercatini e conseguente storno di tali entrate in favore del commercio e dei commercianti di Frascati. Il mercatino della prima domenica del mese, e quello estivo danno al nostro ente oltre 100.000€ annui.  Nella mia idea, questi soldi, con l’aggiunta delle entrate dei mercatini di Pasqua e Natale, dovrebbero andare integralmente a finanziare il commercio locale, particolarmente nei periodi festivi. Come mai ciò non accade? Quanti soldi girano nei mercatini che non vanno a bando? Inoltre non sarebbe opportuno destinare parte dell’IMU derivante dai locali commerciali in favore dei commercianti stessi? Frascati dovrebbe pianificare 3-4 grandi Eventi, uno per stagione, non di rilevanza rionale ma Nazionale. Per fare ciò – conclude il consigliere comunale di Frascati – sono necessari investimenti importanti, investimenti che nel bilancio non si vedono!”

Print Friendly, PDF & Email