Carlisport Ariccia ancora vittoriosa in terra sarda

0
843
luca-aquilani
Luca Aquilani giocatore Innova Carlisport Ariccia
luca-aquilani
Luca Aquilani giocatore Innova Carlisport Ariccia

SPORT – Ha aperto i conti nel 6-3 con cui la serie B dell’Innova Carlisport Ariccia ha sbancato il campo dell’Ossi San Bartolomeo. Luca Aquilani (a segno assieme a Ranelletti, Borsato, Bresciani e due volte Mendes), commenta così il match in terra sarda: «Non è mai facile vincere sull’isola, sia per la qualità delle squadre che si incontrano, sia per le difficoltà logistiche che ci sono nell’affrontare trasferte di questo tipo. Tra l’altro non potevamo contare su Richartz (squalificato, ndr) e Taloni (in panchina con un problema al ginocchio, ndr). Nel primo tempo della sfida con l’Ossi, infatti, non abbiamo brillato, la gara è stata un po’ tesa, ma all’intervallo eravamo comunque in vantaggio. Una volta sbloccato il risultato abbiamo saputo gestire bene il vantaggio, limitando i rischi». Il turno di sabato ha fatto segnare un risultato molto importante, vale a dire il netto 6-1 con cui la Lodigiani ha battuto la Futsal Isola. «E’ un risultato sicuramente sorprendente nelle proporzioni – dice Aquilani – anche se la Lodigiani è certamente una buona squadra. Ma accredito l’Isola di un livello superiore alla concorrenza, quindi leggendo il punteggio finale certamente sono rimasto stupito». Sabato, stante il primo turno dei triangolari di Coppa Italia, l’Innova Carlisport Ariccia osserverà un turno di riposo anche se la società ha organizzato un’amichevole di lusso al PalaKilgour (calcio di inizio ore 15,45) contro il Rieti, formazione della massima serie. La squadra ariccina osserverà a distanza l’esito del match tra Partenope e Catanzaro visto che la perdente di questa sfida (o la Partenope in caso di pareggio) sarà la prima avversaria del gruppo di Micheli in questo triangolare (seconda giornata l’11 febbraio e terza il 25). Solo la vincitrice si qualificherà per la Final Eight di Coppa Italia di Serie B in programma (con sede da definire) dall’11 al 13 aprile. «Ci teniamo a questa competizione che è molto affascinante, soprattutto se si arriva fino in fondo – sorride Aquilani -. E’ vero che può togliere delle energie nella corsa in campionato, ma d’altronde sono cinque partite da qui alla fine e penso che siano gestibili». La Carlisport arriva da sette punti nelle prime tre partite del 2014, ma la sosta non dispiace ad Aquilani. «Ci permetterà di recuperare da qualche acciacco e di preparare al meglio la sfida con il Nursia alla ripresa del campionato».

Print Friendly, PDF & Email